METALHEAD


D

DAMNED PILOTS – “Overgalaxy”

by on Apr.03, 2017, under ALBUM, D

(Sliptrick Records) Servono vari ascolti per assimilare completamente l’essenza di questo nuovo lavoro degli italiani Damned Pilots. Si tratta di una band recente (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DAMNED PILOTS – “Overgalaxy” : more...

DAN DEAGH WEALCAN – “Fragmented Consciousness”

by on Feb.18, 2016, under ALBUM, D

copdandw3(Another Side Rec.) Il duo russo-ucraino Dan Deagh Wealcan (già presentati Qui e QUI) si conferma una buona proposta di experimental-industrial metal. Storia nota quella del duo dell’Est: Mikhail A. Repp lavora intensamente per un anno e mezzo a del materiale registrato (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DAN DEAGH WEALCAN – “Fragmented Consciousness” : more...

DAN DEAGH WEALCAN – “Two Straight Horizontal Lines and the Organized Chaos in Between: Director’s Cut”

by on Mag.14, 2015, under ALBUM, D

copdandeaghw(Metal Scrap Rec.) Esordio maledettamente interessante questa pensata a due che prende il nome di Dan Deagh Wealcan. Il russo Mikhail A. Repp e l’ucraino Eugene Zoidze-Mischenko con “Two Straight Horizontal Lines and the Organized Chaos in Between: Director’s Cut”, si cimentano (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DAN DEAGH WEALCAN – “Two Straight Horizontal Lines and the Organized Chaos in Between: Director’s Cut” : more...

DAN DEAGH WEALCAN – “Who Cares What Music Is Playing In My Headphones?”

by on Ago.12, 2015, under ALBUM, D

copdandeaghw2(Total Metal Rec.) Ascoltato con interesse “Two Straight Horizontal Lines and the Organized Chaos in Between: Director’s Cut”, QUI, la possibilità di approcciarsi a questo nuovo album del duo russo-ucraino che risponde al nome di Dan Deagh Wealcan diventa automaticamente una felice aspettativa. (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DAN DEAGH WEALCAN – “Who Cares What Music Is Playing In My Headphones?” : more...

DANCE! NO THANKS – “Don’t Sweat It”

by on Mag.22, 2012, under ALBUM, D

(This Is Core Music) Nati da circa due anni e con l’indole di suonare insieme il punk e l’hardcore, il rock, il pop-rock e stili comunque teneri nei suoni e plasmabili da melodie. “Don’t Sweat It” dei Dance! No Thanks si apre con “Always” e il suo incipit malinconico, fatto di pianoforte e tastiera poi i toni diventano più energici e con una copiosa melodia a corredo. (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DANCE! NO THANKS – “Don’t Sweat It” : more...

DANCE! NO THANKS – “Something to Believe In”

by on Mag.07, 2013, under ALBUM, D

copdancenot(This Is Core Music) Uno dei più classici inizi che il rock possa proporre, ovvero qualche colpo della batteria e poi una chitarra che entra corposa, distorta, con un riff tossicchiante e di seguito tutto il resto. Trascina immediatamente “My Place”, apre l’album con immediatezza e fresco coinvolgimento. (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DANCE! NO THANKS – “Something to Believe In” : more...

DANCING SCRAP – “This Is Sexy Sonic Alternative Iron Punk”

by on Gen.13, 2018, under ALBUM, D

(Agoge Rec.) Nel caso vi imbattiate in questa band italiana al di fuori di queste righe, sappiate che ne sentirete parlare come autrice di un ‘sexy sonic alternative iron punk’, proprio come nel titolo (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DANCING SCRAP – “This Is Sexy Sonic Alternative Iron Punk” : more...

DÄNG – “Tartarus: the darkest Realm”

by on Feb.06, 2014, under ALBUM, D

Dang(No Remorse Records) Non è stoner, non è doom, non è prog, non è heavy metal classico: è il sound sui generis dei Däng, che ci regalano con questo “Tartarus: the darkest Realm”, il loro debutto, un ottimo disco di metallo plumbeo e soffocante, incredibilmente capace di appagare il defender anni ’80 (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DÄNG – “Tartarus: the darkest Realm” : more...

DANGEREGO – “Autopsy”

by on Ott.11, 2013, under ALBUM, D

copdangerego(Atomic Stuff Records) Potenza sotto controllo. Gli italiani DangerEgo dominano, controllano, regolano una dose di potenza molto elevata, tipicamente associabile a bands che si dedicano allo stoner. Ma la loro iniezione di intelligenza è basata sostanzialmente sul togliere quella caratteristica esagerazione di suono grezzo, a favore di una impostazione tecnica, vagamente influenzata da componenti (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DANGEREGO – “Autopsy” : more...

DANIEL GAZZOLI PROJECT – “Night Hunter”

by on Dic.18, 2016, under ALBUM, D, G

copgazzoliprj(Street Symphonies Records) Un salto indietro nel tempo, quando la musica era bella, allegra, ma intensa, ricca, melodica, curata, potente… e sempre si elevava come barriera davanti a vite sconvolte, sregolate, assurde; era il mondo delle rock star, (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DANIEL GAZZOLI PROJECT – “Night Hunter” : more...

DANTE – “November Red”

by on Mar.05, 2013, under ALBUM, D

copdante(Massacre Records) Geniali. Semplicemente geniali. I tedeschi Dante riescono a proporre un prog molto ricco, estremamente atmosferico, diluito in pezzi imponenti (spesso sopra i dieci minuti di durata), ma comunque godibile, fruibile, piacevole, di sicuro impatto anche su un pubblico più vasto. (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DANTE – “November Red” : more...

DANZIG – “Black Laden Crown”

by on Mag.17, 2017, under ALBUM, D

(AFM) L’album di cover “Skeletons” aveva fatto tremare i più. “Deth Red Sabaoth” era del 2010 e chi ha atteso Danzig per cinque anni per poi ritrovarsi canzoni di Aerosmith, Black Sabbath, ZZTop (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DANZIG – “Black Laden Crown” : more...

DANZIG – “Skeletons”

by on Nov.26, 2015, under ALBUM, D

copdanzig(AFM) Quale possa essere l’esigenza per Glenn Danzig di fare un album di cover, mi riesce difficile da capirlo. Quando Glenn ha pensato a questa release si è posto delle domande, tra le quali anche se fosse stato possibile per lui mettere in gioco (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DANZIG – “Skeletons” : more...

DARGONOMEL – “In Abyssum Diaboli”

by on Feb.18, 2015, under ALBUM, D

copdargonomel(Cold Raw Rec.) Var e Shaks erano parte dei Subterra Demort e ai due a un certo punto venne voglia di misurarsi con qualcosa di diverso. Qualcosa di più estremo e che si rapportasse al male e all’occulto. Lo pseudolibro “De Vermis Mysteriis” ha dato molti suggerimenti (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DARGONOMEL – “In Abyssum Diaboli” : more...

DARK AGE – “A Matter of Trust”

by on Set.25, 2013, under ALBUM, D

copdarkage(AFM/Audioglobe) Piuttosto noti in Germania ma non qui da noi (ed è un dato che sottolinea ancora una volta quanto sia smisurato il mercato tedesco), i Dark Age suonano una sorta di melodeath o metalcore che io mi ostino a chiamare, sempre convinto che esistano soltanto i generi classici, power moderno con inserti death. E devo dire che, in un genere inflazionato come questo, i Dark Age hanno poche probabilità di farsi notare fuori dai patri confini, anche se spingono molto sugli elementi più appetibili per un pubblico (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DARK AGE – “A Matter of Trust” : more...

DARK AGES – “A Closer Look”

by on Mar.27, 2017, under ALBUM, D

(Andromeda Relix) Il nuovo album dei Dark Ages è una rivoluzione. Intanto la line up ha subito mutazioni importanti, in quanto è cambiato il vocalist: Davide Maria Cagnata, presente nelle ultime due release, è stato sostituito (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DARK AGES – “A Closer Look” : more...

DARK AGES – “Teumman” (Pt.1 e 2)

by on Dic.19, 2014, under ALBUM, D

copDARKAGESpt1 copDARKAGESpt2(Defox Records/Heart Of Steel Records) A volte credo sia strano cercare alcune direzioni, determinate strade, certe ispirazioni laggiù, verso l’orizzonte, lontano. Specialmente quando le direzioni, le strade, i sentieri che cerco sono sotto casa, forse dietro casa, maledettamente e assurdamente vicini. Di questi (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DARK AGES – “Teumman” (Pt.1 e 2) : more...

DARK AVENGER – “Tales of Avalon: The Lament”

by on Feb.22, 2014, under ALBUM, D

copdarkavenger(Rossom Records) Era il lontanissimo 2003 quando la Scarlet Records inviò alla webzine con cui collaboravo allora “X Dark Years”, l’ep che celebrava i dieci anni di attività dei brasiliani Dark Avenger. Non conoscevo la band ma rimasi folgorato, così mi procurai subito il back catalogue (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DARK AVENGER – “Tales of Avalon: The Lament” : more...

DARK AVENGER – “The beloved Bones: Hell”

by on Dic.29, 2017, under ALBUM, D

(Rockshots Records) Tre anni fa recuperai fortunosamente “Tales of Avalon: The Lament”, terzo capitolo della discografia dei power metallers brasiliani Dark Avenger (rimando alla precedente rece per la storia del mio rapporto con la band…). (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DARK AVENGER – “The beloved Bones: Hell” : more...

DARK BUDDHA RISING – “Dakhmandal”

by on Ago.07, 2013, under D

copdarkbr(Svart Records) Un’ora e venti. Tempo trascorso. Mi risveglio da un torpore, con un senso di angoscia. Tutto  appare cambiato. Tutto è morto. Tutto è marcio. La luce è oscura, l’aria è tetra, l’atmosfera è opprimente. Un dio oscuro, una divinità oscena, uno spirito perverso. “Dakhmandal”, quarta opera dei misteriosi finlandesi (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DARK BUDDHA RISING – “Dakhmandal” : more...

DARK BUDDHA RISING – “The Black Trilogy” (Reissue/Compilation)

by on Ott.26, 2018, under ALBUM, D

(Svart Records) Lo sludge psichedelico dei misteriosi finlandesi Dark Buddha Rising è lacerante. Toglie il respiro. Intorpidisce. Affoga, provoca asfissia, uccide. I loro album sono noti per essere dei macigni immensi di sonorità aspre, graffianti, (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DARK BUDDHA RISING – “The Black Trilogy” (Reissue/Compilation) : more...

DARK DAYS AHEAD – “North Star Blues”

by on Mag.08, 2014, under ALBUM, D

copdarkdaysahead(Inverse Records) Ancora Finlandia, ancora Inverse Records. Stavolta mi occupo dei Dark Days ahead, al secondo album, che suonano… beh, un po’ di tutto: non so se esiste il meltin’ pot metal, ma se esiste loro ne sono i principali esponenti! Provo a spiegarmi. (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DARK DAYS AHEAD – “North Star Blues” : more...

DARK DESIGN – “Prey for the Future”

by on Set.16, 2013, under ALBUM, D

copdarkdesign(Heaven and Hell Records) Se gli americani fanno power, in linea di massima non si dedicano alle atmosfere più epiche e sinfoniche, ma lo contaminano con il thrash e soprattutto con il prog metal. Rispettano questa ‘regola’ gli esordienti Dark Design, del North Carolina, autori di un debut granitico, naturalmente per nulla originale ma decisamente godibile per gli appassionati del genere. La traccia autotitolata è un power/thrash roccioso, sullo stile degli Iced Earth o forse ancora di più dei (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DARK DESIGN – “Prey for the Future” : more...

DARK END – “Grand Guignol Book I”

by on Mar.31, 2012, under ALBUM, D

(Autoproduzione) La negazione della separazione. Estremi opposti fusi in un’unica colata lavica, antica, ancestrale, alle origini del mondo. Bene e male, uccidere per supremazia ed uccidere per difesa, rabbia divina e furia infernale: tutti concetti che stanno agli antipodi secondo la nostra umana percezione, ma che sono alimentati dallo stesso impulso primitivo. (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DARK END – “Grand Guignol Book I” : more...

DARK FOREST – “The Land of the Evening Star”

by on Dic.09, 2012, under ALBUM, D

(Bleak Art Records) Dark Forest è una one man band proveniente dall’ondata black metal canadese che da qualche temo sta inondando la scena. David Parks si esibisce in tutti gli strumenti e la voce, per questo secondo album dai connotati pagan black metal. Le melodie struggenti ed arcaiche, l’impatto dei suoni feroci, i passaggi in stile Enslaved (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DARK FOREST – “The Land of the Evening Star” : more...

DARK FOREST – “Beyond The Veil”

by on Set.23, 2016, under ALBUM, D

copDarkForest(Cruz Del Sur Music) Quarto lavoro per gli inglesi Dark Forest che continuano con la loro potentissima versione di metallo epico farcito di sonorità folk/medievali. È anche il secondo album con il nuovo singer Josh Winnard (qui la recensione del precedente), il quale prese il posto di Will (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DARK FOREST – “Beyond The Veil” : more...

DARK FOREST – “The Awakening”

by on Mar.19, 2014, under ALBUM, D

copdarkforest(Cruz del Sur/Audioglobe) I Dark Forest sono certamente fra gli esponenti più significativi del british metal di questi ultimi anni, e “Dawn of Infinity” è senza dubbio uno dei miei dischi preferiti, uno di quelli che lascia veramente di rado il piatto del mio giradischi. (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DARK FOREST – “The Awakening” : more...

DARK FORTRESS – “Venereal Dawn”

by on Set.17, 2014, under ALBUM, D

copDARKFORTRESS(Century Media) Vent’anni sono passati dalla formazione di questa band Bavarese estrema, ed estremamente complicata. Lo ammetto: li adoravo disperatamente quando al microfono c’era Azathoth, ma l’attuale vocalist -Morean-, arrivato al terzo album, offre una vasta gamma di perversione, oscurità, malvagità…ed ampiezza nel (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DARK FORTRESS – “Venereal Dawn” : more...

DARK FUNERAL – “Where Shadows Forever Reign”

by on Mag.28, 2016, under ALBUM, D

copDARKFUNERAL(Century Media) A sei anni dalla release del precedente “Angelus Exuro pro Eternus” e a vent’anni dal debutto, giunge il… sesto full length di Lord Ahriman con i suoi Dark Funeral. Evento speciale, evento unico, (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DARK FUNERAL – “Where Shadows Forever Reign” : more...

DARK LUNACY – “Live in Mexico City”

by on Dic.14, 2013, under ALBUM, D

copdarklunacy(Fuel Records) E’ il Messico il luogo ideale per i Dark Lunacy dove realizzare un DVD live. A Città del Messico per la precisione e nell’ambito dell’ “Eye Scream Fest 2012”. Di questo “Live in Mexico City” ho avuto però modo di ascoltare soltanto l’audio e dunque nessuna immagine in visione. La resa sonora è buona e abbastanza sincera nel dare un’idea dell’atmosfera live. Meno efficaci invece (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DARK LUNACY – “Live in Mexico City” : more...

DARK LUNACY – “The Day of Victory”

by on Mag.23, 2014, under ALBUM, D

copdarkl(Fuel Records) Mike Lunacy lo aveva annunciato senza troppi giri che questo album doveva segnare il ritorno alle melodie e all’epica sonora di stampo russo. La fluida potenza dei Dark Lunacy arriva dunque ad evolversi su quelle tipiche atmosfere affrescate da canti e cori dell’Armata Rossa (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DARK LUNACY – “The Day of Victory” : more...

DARK LUNACY – “The Rain After The Snow”

by on Nov.12, 2016, under ALBUM, D

copdarklunacy(Fuel Records) E poi pensi che i Dark Lunacy hanno quasi vent’anni di carriera e cominci a sentirti inesorabilmente vecchio… Eh si, sei album in saccoccia in quasi quattro lustri di attività e una media qualitativa davvero invidiabile. Soprattutto impressiona riascoltare (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DARK LUNACY – “The Rain After The Snow” : more...

DARK MANAGARM – “Back from Hell”

by on Gen.30, 2014, under ALBUM, D

copdarkmanagarm(Iron, Blood & Death Corporation) Credo sia la prima volta che mi approccio a questi Diavoli Francesi. “Back from Hell” è il secondo album in carriera e resto impressionato per la padronanza con la quale i Dark Managarm riescono a produrre un black metal così tirato, veloce ed estremo, ma nel contempo intarsiato di (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DARK MANAGARM – “Back from Hell” : more...