METALHEAD


K

AA.VV. – “Karmaflow: The Rock Opera Videogame – The Original Soundtrack”

by on Nov.09, 2016, under ALBUM, K

copkarmaflow(Graviton Music Services) Karmaflow è un videogioco, anzi un “rock opera videogame” la cui musica è stata realizzata con il contributo di cantanti e musicisti di Cradle Of Filth, Tristania, Epica, After Forever, Sonata (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su AA.VV. – “Karmaflow: The Rock Opera Videogame – The Original Soundtrack” : more...

GLOWSUN – “Eternal Season”

by on Ott.18, 2012, under ALBUM, K

(Napalm Records) Una chitarra, un basso e una batteria, affiancati in modo pulito da una produzione che li dispone sullo stesso livello. I suoni sono quelli di un selavaggio psycho doom/stoner in stile jam session. Pezzi lunghi e la quasi assenza del cantato e quando c’è è il chitarrista al microfono. Il suo nome è Johan Jacob ed è anche l’autore della copertina, oltre ad esserlo per quelle di altri, come i Karma To Burn ad esempio. (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su GLOWSUN – “Eternal Season” : more...

HIRAX – “Born in the Streets 1983/1984” (Reissue)

by on Giu.26, 2018, under ALBUM, K

(F.O.A.D. Rec.) Nati in California come L.A. Kaos, la band divenne poi Hirax e si è distinta per essere tra le prime negli anni ’80 a portare avanti il discorso dell’heavy metal in quello stato. Attraverso l’influenza della NWOBHM e l’esplosiva voce di Katon W. de Pena, uno (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su HIRAX – “Born in the Streets 1983/1984” (Reissue) : more...

HOWLS OF EBB / KHTONIIK CERVIIKS – “With Gangrene Edges / Voiidwarp” (Split)

by on Feb.21, 2018, under ALBUM, H, K

(I, Voidhanger Records) Molto interessante questo split tra due formazioni in un certo senso complementari nel modo di intendere la musica estrema, ma allo stesso (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su HOWLS OF EBB / KHTONIIK CERVIIKS – “With Gangrene Edges / Voiidwarp” (Split) : more...

K-X-P – “III Part 1”

by on Set.07, 2015, under ALBUM, K

KXP_III_part1_PROMO_Cover_240x120mm.indd(Svart Records ) Diavolo, adoro la Svart Records. Mi sottopone cose assurde, ai confini di tutto. Cose che -di solito- mi fanno impazzire. Come questi K-X-P che esistono da almeno 10 anni, sono finlandesi, ma io li ho sempre ignorati (mai sentiti?) in quanto… NON FANNO (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su K-X-P – “III Part 1” : more...

K-X-P – “III Part 2”

by on Apr.10, 2016, under ALBUM, K

KXP_III_pt2_GD30OB2-N 1_MASTERMASTER_blackNEW.indd(Svart Records) La Svart non si smentisce ed i finlandesi K-X-P nemmeno. Quarto album per loro, seconda parte di “III”, ad un anno dalla precedente. Sempre K (Timo Kaukolampi, voce ed elettronica), P (Tuomo Puranen, basso ed elettronica) e sempre X (batterista misterioso e non costante). Poi (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su K-X-P – “III Part 2” : more...

KADAVAR – “Berlin”

by on Set.04, 2015, under ALBUM, K

copkadavar(Nuclear Blast) Ha poca importanza se “Berlin” suona con tutti i crismi del glorioso hard rock di molti decenni fa. Nessun problema sostanziale se girovagando tra queste dodici canzoni (una è bonus track) affiorano (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su KADAVAR – “Berlin” : more...

KADAVAR – “Live In Anwerp”

by on Lug.26, 2014, under ALBUM, K

copKADAVAR(Nuclear Blast) Confesso che pur avendone sentito parlare, non ho mai avuto modo di ascoltare prima d’ora qualcosa dei Tedeschi Kadavar; mi sono perso qualcosa di molto interessante. Il loro sound affonda le radici negli anni ’70 e prendono spunto da bands quali Black Sabbath, Hawkwind, Led Zeppelin e Blue (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su KADAVAR – “Live In Anwerp” : more...

KAFIRUN – “Eschaton”

by on Ott.20, 2017, under ALBUM, K

(Seance Records) C’è da non crederci, eppure i Kafirun sono canadesi. Strano, hanno un suono così europeo, eppure… Penso che già dal nome dell’album si possa intuire come i nostri si propongano con una musica rituale e solenne, un black di marca diciamo, dove gli influssi alchemici e magici (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su KAFIRUN – “Eschaton” : more...

KAINE – “Justice, Injustice”

by on Set.07, 2015, under ALBUM, K

copkaine(Revival Metal) A breve distanza dal full-“length” “The Waystone”, gli inglesi Kaine propongono il singolo “Justice, Injustice” come apripista per il prossimo album. Il brano parte in velocità con un approccio thrashy, (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su KAINE – “Justice, Injustice” : more...

KAISERREICH – “Cuore Nero”

by on Gen.26, 2016, under ALBUM, K

copkaiserreich(De Tenebrarum Principio) Fede. Questa è fede. Fede al black più ortodosso e ristretto. I bresciani Kaiserreich non puntano all’innovazione del genere, piuttosto rimangono strettamente connessi ad alcune regole più o meno implicite del black, (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su KAISERREICH – “Cuore Nero” : more...

KAL-EL – “Astrodoomeda”

by on Set.02, 2017, under ALBUM, K

(Argonauta Records) Un’avvertenza: l’ascolto di “Astrodoomeda” può causare dipendenza. A me l’ha già causata. Non riesco, infatti a smettere di ascoltare questo terzo album dei (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su KAL-EL – “Astrodoomeda” : more...

KALEDON – “Altor: the King’s Blacksmith”

by on Mag.16, 2013, under ALBUM, K

copkaledon(Scarlet/Audioglobe) La lunga saga “Legend of the forgotten Reign” (sei dischi: una media da Rhapsody!) si è conclusa, ma i romani Kaledon non hanno per questo rinunciato a raccontare le storie dell’omonimo regno: “Altor: the King’s  Blacksmith” è infatti una sorta di spin-off che descrive in dettaglio (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su KALEDON – “Altor: the King’s Blacksmith” : more...

KALEDON – “Antillius: The King of the Light”

by on Dic.28, 2014, under ALBUM, K

copkaledon2(Scarlet Records) Ancora una volta prodotto presso gli studi di Giuseppe Orlando, il nuovo album dei Kaledon, l’ottavo della loro discografia, si focalizza come il precedente su una singola figura della “Legend of the forgotten Realms”: in questo caso il re Antillius, re di Kaledon stessa. (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su KALEDON – “Antillius: The King of the Light” : more...

KALEDON – “Carnagus: Emperor of the Darkness”

by on Giu.19, 2017, under ALBUM, K

(Sleazy Rider) Dopo Altor il fabbro e re Antillius, i Kaledon si dedicano a un altro dei protagonisti della ‘Legend of the forgotten Reign’: il nuovo album in studio, nono della serie complessiva, terzo degli ‘spin-off’ focalizzati su singoli personaggi, (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su KALEDON – “Carnagus: Emperor of the Darkness” : more...

KALEDON – “Legend of the forgotten Reign, Chapter IV: Twilight of the Gods” (Reissue)

by on Nov.11, 2015, under ALBUM, K

copkaledon3(Scarlet Records) Pochi, pochissimi appassionati di metal italiani non conoscono i Kaledon: la band capitolina è rimasta fra le ultime portabandiera del symphonic power metal a tematiche fantasy, e la Scarlet ristampa oggi quello che, da molti, è considerato il loro prodotto migliore, (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su KALEDON – “Legend of the forgotten Reign, Chapter IV: Twilight of the Gods” (Reissue) : more...

KALIDIA – “Dance of the Four Winds”

by on Dic.20, 2012, under ALBUM, K

copkalidia(Autoproduzione) I Kalidia sono una formazione power/gothic metal (naturalmente con una cantante donna, la bella Nicoletta Rosellini) che propongono quale prima produzione in carriera questo demo di quattro pezzi, per un minutaggio totale di circa venti minuti. “The lost Mariner”, siamo onesti, non morde, anche a causa di una produzione che appiattisce i suoni e rende la batteria molto spesso una mitragliatrice. Molto meglio la power ballad “Winged Lords”, nella quale riconosco un flavour anni ’80. (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su KALIDIA – “Dance of the Four Winds” : more...

KAMBRIUM – “Shadowpath”

by on Nov.29, 2011, under ALBUM, K

(Massacre-Audioglobe) Ai tedeschi Kambrium sono bastati un demo e un ep per farsi notare dalla Massacre Records, che dà oggi alle stampe il loro debut “Shadowpath”. Le informazioni promozionali fanno i nomi di Ensiferum e Turisas, e quindi del battle metal, ma già da “Among the Lost” è chiaro che i nostri, pur sfruttando molto le tastiere, sono più orientati verso il death metal, e il termine di paragone sono semmai i Children of Bodom, o al limite i Keep of Kalessin. Un po’ ingenui e troppo semplici i break strumentali di “Arming for Retribution”, brano che comunque ha un bel respiro epico; ma anche “Thanatos” soffre di una certa inesperienza negli arrangiamenti. “Hollow Heart” è un tentativo, scarsamente riuscito, di alleggerire il sound ponendosi quasi in un contesto gothic. La fine del disco, ahimé, non smette di zoppicare: prima le superflue atmosfere egiziane di “The Eye of Horus”, quindi la conclusiva “A Sinner’s Remorse”, dove la citazione dalla V Sinfonia di Beethoven non c’entra veramente nulla. È ben riuscita invece la breve “Dewfall”, ma sa troppo dei già citati Children of Bodom. Un disco che pecca evidentemente di inesperienza (e lasciamo stare la brutta cover…): la proposta musicale va meglio definita e al songwriting serve qualche elemento di maggiore originalità.

(Renato de Filippis) Voto: 5,5/10

Commenti disabilitati su KAMBRIUM – “Shadowpath” : more...

KAMELOT – “Haven”

by on Mag.09, 2015, under ALBUM, K

copkamelot2(Napalm Records) Generalmente, i Kamelot stanno poco simpatici a molti metalhead: ma non credo si possa negare il valore della band di Thomas Youngblood. I nostri sono arrivati all’undicesimo disco, e l’abbandono di Roy Khan è ormai acqua passata: (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su KAMELOT – “Haven” : more...

KAMELOT – “Silverthorn”

by on Nov.09, 2012, under ALBUM, K

(SPV/Steamhammer) E allora, come vanno i Kamelot senza Roy Khan? Vanno bene, diciamolo subito. Forse non benissimo, ma bene sicuramente. Il talentuoso cantante è stato sostituito dallo svedese Tommy Karevik, che forse qualcuno conoscerà per la sua militanza nei progsters Seventh Wonder, e che in diversi frangenti ricorda il suo predecessore; Sascha Paeth ha fatto un buon lavoro di produzione; (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su KAMELOT – “Silverthorn” : more...

KAMELOT – “The Shadow Theory”

by on Apr.08, 2018, under ALBUM, K

(Napalm Records) Nessuna nuova, buona nuova, dicevano gli antichi: e per il loro dodicesimo album i Kamelot percorrono con maestria sentieri sostanzialmente già noti, osando giusto un paio di timidissimi mutamenti, e sfornando un disco che piacerà certamente alla loro sempre vasta platea. (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su KAMELOT – “The Shadow Theory” : more...

KAMPFAR – “Djevelmakt”

by on Mar.29, 2014, under ALBUM, K

copKampfar(Indie Recordings) Ventesimo anniversario per questa band Norvegese capitanata dal vocalist Dolk (in passato anche batterista), membro anche dei rinati Mock. “Djevelmakt” è il sesto album, affiancato da vari EP o singoli. Siamo in (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su KAMPFAR – “Djevelmakt” : more...

KAMPFAR – “Profan”

by on Nov.14, 2015, under ALBUM, K

copKampfar(Indie Recordings) Black puro, black feroce. Black che esprime lo schifo della vita, la totale mancanza di speranza, la nullità dell’essere umano. Con una carriera impostata su una costante evoluzione, i norvegesi (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su KAMPFAR – “Profan” : more...

KANI – “Badass”

by on Mar.03, 2013, under ALBUM, K

copkani(Go Down Records) Quattro disgraziati che respirano attraverso una bottiglia di whiskey, anzi grappa, considerando la loro provenienza Veneta. Quattro sballati che si sono auto condannati ad una esistenza devastata, decadente, dove l’unica cosa che conta è avere una sigaretta in bocca, un palco per suonare, (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su KANI – “Badass” : more...

KANSEIL – “Doin Earde”

by on Mag.18, 2015, under ALBUM, K

copKanseil(Nemeton Records) Ringrazio i Kanseil! In circolazione ci sono band che innalzano a livelli estremi il concetto di ‘folk metal’, ovvero quella definizione abusata, depredata delle vere origini, del vero significato, resa un elemento modaiolo. Se un giorno decidi di dedicarti al folk, devi obbedire a certe regole, tra queste due (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su KANSEIL – “Doin Earde” : more...

KANSEIL – “Fulìsche”

by on Mag.22, 2018, under ALBUM, K

(Rockshots Records) Dopo lo stupefacente debutto “Doin Earde” (recensione qui), e dopo dozzine di concerti i quali confermano la loro capacità di portare sul palco il sound e gli strumenti dello studio, tornano i maestri del folk del (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su KANSEIL – “Fulìsche” : more...

KANSEIL – “Tzimbar Bint”

by on Apr.14, 2013, under ALBUM, K

copkanseil(Autoproduzione) In attesa di produrre un intero full-“length”, i veneti Kanseil distribuiscono questo interessante promo di cinque brani, nei quali rivivono spirito e tradizione di una Europa primordiale e dimenticata. (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su KANSEIL – “Tzimbar Bint” : more...

KANTICA – “Reborn in Aestethics”

by on Feb.19, 2018, under ALBUM, K

(Revalve Records) Apprezzo molto le scelte sonore dei Kantica, di Savona: oserei dire che il loro power/gothic (che altri chiama symphonic metal) è sbilanciato in favore del primo elemento, per cui abbiamo meno svolazzi sonori e più potenza. (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su KANTICA – “Reborn in Aestethics” : more...

KAP KAP – “Flux of Solace”

by on Feb.13, 2015, under ALBUM, K

copKAPKAP(Rapu Records) Uno strano connubio tra rock classico, psichedelico, atmosferico. I Finlandesi Kap Kap arrivano così al secondo disco, ed offrono cinquanta minuti di viaggio mentale, ricco di pulsazioni, sensazioni, suoni, colori, distorsioni, ritmi ipnotici. Mai eccessivi nei (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su KAP KAP – “Flux of Solace” : more...

KARMA RAGE – “soCium”

by on Gen.24, 2013, under ALBUM, K

copkarmarage(Metal Scrap Records) Thrashers ucraini e che cantano in lingua. La loro connazionale Metal Scrap propone spesso compagini di matrice thrash metal, segno che il genere riceve continuamente riscontri anche in luoghi lontani da quelli “istituzionali” di nascita (Europa Occidentale e USA). Dopo Endless Torment e Shame Yourself arriva un’altra vagonata del genere menzionato, (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su KARMA RAGE – “soCium” : more...

KARMA TO BURN – “Arch Stanton”

by on Set.01, 2014, under ALBUM, K

copkarmatob(FABA/deepdive Records/H’ART/Believe Digital) Eccoli, di nuovo e a tre anni da “V”. I Karma To Burn non sviliscono nulla delle loro sane abitudini. Pezzi come sempre strumentali e potenti. Impatto impressionante per queste otto canzoni ovviamente intitolate con dei numeri a caso, com’è d’uso per i Karmas. Registrato al Faba Studio di Biel, in Svizzera, “Arch Stanton” è una sana e furiosa cavalcata stoner, nelle quale le chitarre si esibiscono con fare vibrante e possente e tese a svolgere una serie di riff che si infilano in melodie (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su KARMA TO BURN – “Arch Stanton” : more...

KARMA ZERO – “Architecture of a Lie”

by on Gen.04, 2013, under ALBUM, K

copkarmazero(Ultimahte Records) L’opener e title track di questo album ha un impatto thrash/metalcore, le seguenti “Next Time” e “No Answers” si spostano invece nettamente verso il versante metalcore, forse la vera dimensione dei francesi Karma Zero. “Death Inside” propone un risvolto maggiormente thrash in diversi punti del riffing, oltre al richiamo verso alcune soluzioni melodic death metal (come “Modern Slowery”). I Karma Zero inseriscono nelle proprie canzoni una musicalità dominante (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su KARMA ZERO – “Architecture of a Lie” : more...

KARNE – “Symposium of Torments”

by on Giu.29, 2017, under ALBUM, K

(Epictural Productions) Secondo album per questi francesi che suonano con cinica violenza. I Karne eseguono le proprie canzoni a velocità sostenuta, attraverso un riffing energico (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su KARNE – “Symposium of Torments” : more...