METALHEAD


M

MAGISTER TEMPLI – “Lucifer Leviathan Logos”

by on Lug.10, 2013, under ALBUM, M

copmagistertempli(Cruz del Sur/Audioglobe) “Lucifer”: sei minuti di doom vintage, sporco di rock e di NWOBHM, oscuro, con un cantato declamante e ritmiche spesso guerriere. “Leviathan”: horror metal nella migliore tradizione del genere, con quel tocco teatrale che è la vera risorsa di queste sonorità. “Logos”: una marcia alienata e martellante (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su MAGISTER TEMPLI – “Lucifer Leviathan Logos” : more...

MAGNA VICE – “Serpent of Wisdom”

by on Set.30, 2013, under ALBUM, M

copmagnavice(Inverse Records) Esordienti dalla Finlandia, i Magna Vice ci sottopongono un concept prog di quasi 70 minuti legato alla vicende di un veterano di guerra tormentato dai propri ricordi. E direi che, al di là di tutto, i sette brani di questo debut sono un po’ prolissi: va bene che il progressive richiede tempi lunghi, ma in questo caso essi non sembrano pienamente giustificati dalla struttura delle canzoni. “Temple of Sin” ha un sound pieno e potente che ha subito richiamato nella mia mente i Rainbow (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su MAGNA VICE – “Serpent of Wisdom” : more...

MAGNACULT – “Infinitum”

by on Mag.09, 2017, under ALBUM, M

(Graviton Music Services) Terzo album per Magnacult, formazione olandese dedita ad un death metal moderno, con forti influenze thrash/groove e stacchi monolitici vicini allo djent. L’abilità principale della band è quella di (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su MAGNACULT – “Infinitum” : more...

MAGNI ANIMI VIRI – “Heroes Temporis (World Edition)”

by on Mar.16, 2016, under ALBUM, M

copmav(Autoproduzione) Era il 2006, se non vado errato, quando il progetto musicale campano Magni Animi Viri pubblicò la prima versione di “Heroes Temporis”, magniloquente opera prog/symphonic rock cantata interamente in italiano. A distanza di circa una decade, (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su MAGNI ANIMI VIRI – “Heroes Temporis (World Edition)” : more...

MAGNUM – “Evolution”

by on Nov.07, 2011, under ALBUM, M

I Magnum si sono dimostrati attivi negli ultimi anni, proseguendo in modo continuato l’attività in studio. Ora i rockers inglesi hanno pensato di prendersi una pausa compositiva e di rilassarsi con la reincisione di basso e chitarra o di voce e batteria di alcuni pezzi editi (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su MAGNUM – “Evolution” : more...

MAGNUM – “Lost On the Road to Eternity”

by on Gen.15, 2018, under ALBUM, M

(Steamhammer / SPV) È da qualche tempo che in Metalhead non si affronta l’argomento Magnum. È passato oltre un lustro da “Evolution” QUI e “On the 13th Day” QUI, ma in questi anni l’orecchio di chi scrive è caduto (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su MAGNUM – “Lost On the Road to Eternity” : more...

MAGNUM – “The Valley Of Tears – The Ballads” (Compilation)

by on Gen.06, 2017, under ALBUM, M

(Steamhammer / SPV) Le dolci e romantiche canzoni dei Magnum… Gli eleganti leoni inglesi hanno avuto l’idea di rimasterizzare alcuni classici che fanno breccia nei cuori, oltre (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su MAGNUM – “The Valley Of Tears – The Ballads” (Compilation) : more...

MAGNUM ITINER INTERIUS – “Departure at the Betrayal of Life”

by on Dic.04, 2012, under ALBUM, M

(Vic Records) Si scrive Magnum Itiner Interius e si legge Daniel Corchado (ex Cenotaph, quelli messicani, Incantation) ovvero una one man band. Corchado suona tutti gli strumenti (la batteria è programmata) e compone il materiale. L’etichetta lo definisce “atmospherical, experimental yet dark and melodic instrumental metal” questo sound, ma sembra essere un derivato del gothic doom inglese anni ’90 (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su MAGNUM ITINER INTERIUS – “Departure at the Betrayal of Life” : more...

MAGNUM – “Live At The Symphony Hall

by on Mar.24, 2019, under ALBUM, M

(Steamhammer / SPV) Prima di tutto una sincera riflessione: che scopo ha un nuovo album dal vivo da parte dei Magnum, visto che sono molto attivi con gli album registrati in studio? Dal principio (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su MAGNUM – “Live At The Symphony Hall : more...

MAGNUM – “On the 13th Day”

by on Set.24, 2012, under ALBUM, M

(Steamhammer-SPV) Bello. Semplicemente bello. Il nuovo album dei Magnum è così: convince dall’inizio alla fine, praticamente ogni pezzo è un potenziale hit, ogni brano si lascia cantare e godere, quali che siano i suoi tempi e le sue atmosfere. La recensione potrebbe già concludersi qui, ma nel caso aveste ancora bisogno di prove vediamo le canzoni più significative. “All the Dreamers” è un inizio atipico: lenta, lunga, complessa, a tratti estremamente ‘seria’, a dimostrare ovviamente che i nostri non sono quattro ragazzini che fanno casino, ma musicisti di classe con profonda esperienza. (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su MAGNUM – “On the 13th Day” : more...

MAGRI, GIANLUCA – “Reborn” (EP)

by on Feb.18, 2018, under ALBUM, M

(Red Cat Inst Fringe) Un riff cavalcante che si arrampica ed esplode in una serie di legati e giri vorticosi e brillanti. È questo l’inizio della title track che apre l’EP del chitarrista di Cortina d’Ampezzo. L’ascesa (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su MAGRI, GIANLUCA – “Reborn” (EP) : more...

MAHOGANY HAND GRENADE – “Return to the Point of Departure”

by on Ott.05, 2013, under ALBUM, M

copmahogany(Autoproduzione) Non male l’idea dei texani Mahogany Hand Grenade, che colpiscono anche per il monicker: il loro debut è un ep di prog strumentale intervallato e come ‘riempito’ da sample parlati di personalità storiche del Novecento. Non saprei spiegarvi bene come, ma devo dire che in questo modo la musica risulta meno ‘pesante’ (il progressive senza voci non è certo pop da classifica) e acquista un inatteso brio. È un dedalo pieno di spigoli quello della titletrack, mentre “Trouble for Trouble” (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su MAHOGANY HAND GRENADE – “Return to the Point of Departure” : more...

MAIEUTICA – “Logos”

by on Ott.24, 2012, under ALBUM, M

(Heart of Steel Records) Vi risparmio le parole che usano i Maieutica per presentarsi, dico solo che la filosofia non mi ha mai particolarmente attratto, ma il “Logos”, la parola e il suo significato e i suoi effetti si. Tuttavia per evitare di passare da uno che snobba la filosofia e flirta con la linguistica, è meglio arrivare al dunque in questo lavoro dei Maieutica. Per me sono una band di rock, molto energico, quasi heavy e con solide evoluzioni progressive. Musicisti preparati e basterebbero già i buoni solo delle sei corde di Matteo Brigo ad accattivarsi l’ascoltatore. (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su MAIEUTICA – “Logos” : more...

MAÏEUTISTE – “Maïeutiste”

by on Dic.21, 2015, under ALBUM, M

copMaieutiste(Les Acteurs de l’ombre Productions) Intenso, complesso, profondo, contorto. Dannatamente emozionale. E per essere un debutto risulta essere qualcosa di assolutamente fuori di testa. Partendo da un territorio che come macro genere è il black (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su MAÏEUTISTE – “Maïeutiste” : more...

MAINLINE – “Azalea”

by on Gen.18, 2012, under ALBUM, M

(Autoproduzione) I piemontesi Mainline si erano eclissati da qualche anno, il ritorno con l’album “Azalea” è davvero un qualcosa di piacevole. Ancorata alla banchina del metalcore e crossover, la band fa capire immediatamente, dall’iniziale “Head Down”, che qualcosa di proprio in questi anni è maturata dentro di se. “Azalea” non è la classica release da calderone, in quanto la voglia di mettere melodie e strutture, elaborate e non (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su MAINLINE – “Azalea” : more...

MAINPAIN – “The Empirical Shape Of Pain”

by on Giu.06, 2014, under ALBUM, M

copmainpain(Diverso Edizioni Musicali) Heavy metal puro e incontaminato quello proposto dagli Italiani MainPain, nati nel 1999 e giunti al secondo full length dopo il debut “Food For Thoughts” del 2007. Vantano anche una vasta esperienza live, essendo stati chiamati (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su MAINPAIN – “The Empirical Shape Of Pain” : more...

MAJESTIC DOWNFALL – “The Blood Dance”

by on Gen.14, 2012, under ALBUM, M

(Chaos Records) Majestic Downfall è il nome dietro il quale si cela Jacobo Còrdova, ovvero un musicista e polistrumentista messicano, il quale ha già realizzato un album nel 2009. “The Blood Dance” è un lavoro doom metal, dinamico, con atmosfere comunque frizzanti e non eccessivamente depressive. Tuttavia è un album che permette a Còrdova di fare bella figura come musicista e cantante (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su MAJESTIC DOWNFALL – “The Blood Dance” : more...

MAJESTIC DOWNFALL – “…When Dead”

by on Ott.02, 2015, under ALBUM, M

ASH128CD_SOFTPACK.indd(Pulverised Records) I Majestic Downfall fanno musica pesante, quella che ti tormenta con suoni lugubri e potenti, ma divinamente accattivanti. I nostri mischiano in egual misura death di matrice europea e doom della migliore tradizione (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su MAJESTIC DOWNFALL – “…When Dead” : more...

MAJESTIC DOWNFALL/THE SLOW DEATH – “Split”

by on Set.23, 2014, under ALBUM, M, T

copmajesticdownfall(Chaos Records) Un tempo diffusi quasi esclusivamente nell’ambito estremo, gli split si stanno ormai affermando a 360°: credo convengano a tutti, band, promoter e etichette, ed ecco quindi il secondo prodotto di questo genere che mi capita fra le mani quest’anno ad avere a che fare con il doom. La grande particolarità di questo disco (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su MAJESTIC DOWNFALL/THE SLOW DEATH – “Split” : more...

MAJESTICA – “Above the Sky”

by on Giu.10, 2019, under ALBUM, M

(Nuclear Blast) Un tempo si chiamavano ReinXeed, e furono lanciati da Christian Rivel dei Narnia quando il leader della band, Tommy Johannson, aveva soltanto 21 anni: (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su MAJESTICA – “Above the Sky” : more...

MAJESTY OF REVIVAL – “Through Reality”

by on Lug.10, 2012, under ALBUM, M

(Total Metal Records) Mentre i generi classici perdono terreno nell’Europa centrale e mediterranea, sembrano invece guadagnarne in certe realtà della scena metal ritenute (spesso a torto) marginali. Lo dimostrano i Majesty of Revival, dall’Ucraina, che si dedicano nel loro disco d’esordio a un power/prog come quello che andava fortissimo dieci anni fa (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su MAJESTY OF REVIVAL – “Through Reality” : more...

MAJESTY OF SILENCE – “Zu Dunkel Fur Das Licht”

by on Giu.28, 2018, under ALBUM, M

(Extreme Metal Music / Rockshots Records) I Majesty Of Silence tornano a far parlare di se con la quarta prova in studio “Zu Dunkel Fur Das Licht” che segue, dopo ben dodici anni di assenza (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su MAJESTY OF SILENCE – “Zu Dunkel Fur Das Licht” : more...

MAJESTY – “Own the Crown”

by on Set.22, 2011, under ALBUM, M

(Massacre-Audioglobe) Dopo la sfortunata parentesi come Metalforce presso la Magic Circle di Joey DeMaio, i tedeschi Majesty tornano in pista con il monicker che li ha resi famosi fra i defenders, e per festeggiare pure il ritorno alla fedele Massacre danno alle stampe questo doppio e ricchissimo “Own the Crown”. Il primo cd costituisce un greatest hits di ben 75 minuti: dovendo pescare da soli quattro dischi, la band non ha certamente il problema di escludere qualcuno dei propri piccoli classici. In apertura, i nostri posizionano i tre pezzi da novanta della propria discografia: “Metal Law” nella versione del 2006, con la partecipazione vocale di Udo Dirkschneider, “Reign in Glory” e “Sword and Sorcery”. Ma c’è pure spazio per l’anthem “Keep it True”, per l’ambiziosa “Aria of Bravery” e per la grezza ma epica “Hellforces”, il brano che dà il titolo a quello che ritengo essere la migliore uscita dei teutonici. Il primo cd si chiude su due altri inni ingenui quanto trascinanti (“Heavy Metal Battlecry” e “Into the Stadiums”). Il secondo, della durata di un’ora, presenza anzitutto due inediti: la titletrack dell’intera raccolta è un mid-tempo cadenzato di epica genuina, mentre “Metal on the Road” è un altro brano autocelebrativo nel puro stile Majesty. È evidente la volontà di collocarsi in stretta continuità con quanto prodotto fino al 2006. Segue una nutrita serie di nuove versioni (anche di brani dei Metalforce o apparsi solo nei demo) e bonus tracks; completano la raccolta “Troopers of Steel” live (ma la folla sembra poco partecipe) e la riproposizione dello storico primo demo del 1998. I Majesty hanno un sound derivativo quanto volete, ma nell’ormai irreversibile crisi dei Kings of Metal si può puntare su di loro ad occhi chiusi.

(Renato de Filippis) Voto: 8/10

Commenti disabilitati su MAJESTY – “Own the Crown” : more...

MAJESTY – “Rebels”

by on Mar.16, 2017, under ALBUM, M

(NoiseArt Records) I Majesty si sono guadagnati un posto di riguardo nel cuore di ogni defender nel corso degli anni 2000, quando pubblicarono classici come “Sword and Sorcery” and “Reign in Glory”. I nostri hanno poi attraversato i loro problemi (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su MAJESTY – “Rebels” : more...

MAJOR ACCIDENT – “Pneumatic Pneurosis” (Reissue / Compilation)

by on Dic.15, 2016, under ALBUM, M

WW0058CD_BOOKLET.indd(Westworld Rec.) I britannici Major Accident hanno fatto parte dell’ondata punk inglese e formatisi verso la fine del 1977, durarono fino al 1985 e dopo di allora si riformarono nuovamente nel 1996. La band ad alcuni è nota per il fatto che si esibiva (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su MAJOR ACCIDENT – “Pneumatic Pneurosis” (Reissue / Compilation) : more...

MAKE – “Axis”

by on Gen.06, 2013, under ALBUM, M

copmake2(Devouter Records) Recensisco con notevole ritardo questo lavoro dei Make. Da metà novembre ad oggi avevo sentito dire che “Axis” fosse una release meritevole. Dopo l’immenso “Trephine” e in attesa di formalizzare un nuovo album, i Make hanno registrato con l’ingegneria di Nick Petersen (Horseback, Bon Iver) tre brani sperimentali (consuetudine per loro) e dove “Ogni singola nota è capace di creare immagini”. (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su MAKE – “Axis” : more...

MAKE – “Trephine”

by on Ago.14, 2012, under ALBUM, M

(Devouter Records) Angoscia. Senso di asfissia. Trasporto psicologico verso una dimensione sconosciuta alla luce, alla speranza, alla vita. Viaggio deviato verso uno stato immaginario, fantastico, apocalittico. Un trattamento che è una tortura, il grido soffocato di una mente disturbata, prigioniera di se stessa, in caduta libera verso la fine, verso il silenzio, verso la decadenza, verso l’inutilità. (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su MAKE – “Trephine” : more...

MAKE ME A DONUT – “Olson”

by on Dic.30, 2013, under ALBUM, M

copmakemead(Tenacity Music) Pochi anni di vita e un EP nel 2011 curato da Johann Meyer (Kandyss, Yverdoom, One Way Mirror, Kruger) e adesso il debut album che svela quanto i Make Me A Donut siano una formazione capace di produrre già buoni livelli musicali, fatti di djent-prog-cyber death metal. Strutture sonore frammentate, scolpite con decisione e precisione. Questa band sembra conoscere la (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su MAKE ME A DONUT – “Olson” : more...

MALACODA – “Restless Dreams”

by on Gen.25, 2019, under ALBUM, M

(Rockshots Records) I Malacoda sono un gruppo alquanto particolare. Vagamente ancorato alla musica d’atmosfera e da film, possono essere descritti indicativamente come un ideale punto d’incontro tra i Novembre e i Dream Evil. (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su MALACODA – “Restless Dreams” : more...

MALADIE – “Plague Within”

by on Ago.28, 2012, under ALBUM, M

(Apostasy Records) Assurdo. Malato. Schizoide. E tuttavia estremamente compatto, con una direzione comune che sfocia in un sorprendente livello emozionale. Questo è il black metal proposto dai debuttanti tedeschi Maladie. Un black metal diverso, tecnico, avanguardia del genere, ma estremamente chiaro. La proposta non è ultra tecnica per soli palati estremamente raffinati, ma bensì l’intelligente semplificazione di un qualcosa molto più complesso. Le sette tracce sono efficaci, coinvolgenti nei loro sbalzi di umore sonoro, spesso evidenziati da diverse proposte vocali che spaziano dalla voce pulita ed epica, allo screaming più devastato e sofferto. (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su MALADIE – “Plague Within” : more...

MALADY – “Malady”

by on Mar.24, 2016, under ALBUM, M

copmalady(Svart Records) Senza epoca, senza tempo, senza moda. Guardi le foto e non indovini da quale decennio fuoriescano questi cinque personaggi. Li guardi in faccia e nemmeno scommetteresti sulle origini finlandesi. Poi (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su MALADY – “Malady” : more...

MALADY – “Toinen Toista”

by on Mar.20, 2018, under ALBUM, M

(Svart Records) Un paio di anni fa il debutto di questa prog rock band finlandese mi entusiasmò (qui). Ora sono tornati, più creativi e creativamente indipendenti che mai. “Toinen Toista” è una liberazione totale di musica melodica, rockeggiante ma (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su MALADY – “Toinen Toista” : more...

MALAKHIM – “II” (EP)

by on Mar.17, 2019, under ALBUM, M

(Iron Bonehead) Dopo un demo, debuttano con un EP gli svedesi Malakhim, entità nata nel 2016 con membri che, tra le altre bands, militano nei Naglfar (in particolare il chitarrista Andreas Nilsson). Prima di questo EP la band ha diffuso un demo, (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su MALAKHIM – “II” (EP) : more...