METALHEAD

THALAMUS – “Hiding From Daylight”

by on Mag.18, 2017, under ALBUM, T

(Vicisolum Productions) Devo ammettere di non avere mai sentito parlare fino ad ora dei Thalamus, formazione svedese attiva dal 2006 e giunta ora al quarto album. L’ascolto di “Hiding From Daylight” si è perciò dimostrato essere una piacevole sorpresa, tanto che ho intenzione di colmare quanto prima la mia lacuna e procurarmi l’intera discografia della band. Il genere proposto dai Thalamus è un heavy rock settantiano, decisamente ispirato al Deep Purple sound, in particolare per via del massiccio utilizzo dell’Hammond, che si incastra alla perfezione anche nelle partiture prettamente metal. Ne è un esempio l’opener “Time”, che strizza l’occhio all’epic, con richiami a Bathory e Manilla Road. La voce del singer Kjell Bergendahl è evocativa, profonda ed espressiva, sicuramente più affine stilisticamente al doom che all’hard rock, portando spesso i nostri in territori più cupi, avvolgenti ed oscuri. Una band che non pretende di inventare nulla di nuovo, ma che coniuga ottimamente epicità, pesantezza ed immediatezza, con un delizioso gusto retrò che non mancherà di ammaliare chi ama l’hard rock dei 70’s

(Matteo Piotto) Voto: 8,5/10

Attenzione / Warning

È vietato copiare, riprodurre, ripubblicare, pubblicare, visualizzare pubblicamente, codificare, tradurre, trasmettere o distribuire qualsiasi parte o contenuto di questo articolo senza previo consenso scritto da parte di METALHEAD.IT. È tuttavia liberamente consentito pubblicare un link diretto a questo articolo sui vostro canali e social network.

It's forbidden to copy, take screenshot, repost, publish, broadcast, show in public, encode, translate, transmit or distribute any section or content of this article without a written approval by METALHEAD.IT. It's allowed to post or publish a direct link to this article on your channels or social networks.

:

Comments are closed.