METALHEAD


LAST PHARAOH – “Mantle of Spiders”

by on Feb.11, 2019, under ALBUM, L

(Pure Steel) Dallo stato di New York, i debuttanti (ma in realtà anzianotti veterani) Last Pharaoh propongono un disco che mette insieme l’us metal più teso a qualche elemento shred e a alcuni passaggi stile Queensryche, per un risultato finale che, pur collocandosi senza scosse nel primo filone citato, ha anche qualche momento di originalità. Tuttavia, dove sianono l’epic melodic metal e il neoclassic della nota stampa non ne ho davvero idea… “Into the Darkness” apre il disco con suoni molto classici (più europei che americani) e un refrain potente; il sound si svela appieno con “The headless Horseman”, che si divide fra chitarre oscure e i potenti acuti di Tommy Santangelo. Vagamente helstariana (che per chi scrive è un grande complimento) “Slave to the Kill (The Son of Sam)”, con la sua maligna progressione. Torrenziali le chitarre della solida titletrack; da segnalare anche lo strumentale “Desert Dreams”. Un buon disco di genere per chi ama Vicious Rumors, Metal Church e compagni.

(René Urkus) Voto: 7/10

Attenzione / Warning

È vietato copiare, riprodurre, ripubblicare, pubblicare, visualizzare pubblicamente, codificare, tradurre, trasmettere o distribuire qualsiasi parte o contenuto di questo articolo senza previo consenso scritto da parte di METALHEAD.IT. È tuttavia liberamente consentito pubblicare un link diretto a questo articolo sui vostro canali e social network.

It's forbidden to copy, take screenshot, repost, publish, broadcast, show in public, encode, translate, transmit or distribute any section or content of this article without a written approval by METALHEAD.IT. It's allowed to post or publish a direct link to this article on your channels or social networks.

:

Comments are closed.