METALHEAD


THE DIRT, la versione integrale pubblicata da Tsunami Edizioni

by on Mar.26, 2019, under NEWS

Mentre su Netflix potete vedere il film THE DIRT (recensione qui), l’autobiografia dei Mötley Crüe con la loro storia e le loro vicissitudini, la loro avventura può essere vissuta nel libro pubblicato dalla Tsunami Edizioni IN VERSIONE INTEGRALE, dal titolo “THE DIRT CONFESSIONI DELLA BAND PIÙ OLTRAGGIOSA DEL ROCK”.Ritenuta una delle autobiografie rock più belle di sempre dalla stampa rock mondiale, uno di quei testi immancabili per tutti gli appassionati di musica e per chi vuole conoscere ancora più da vicino i quattro personaggi che con le loro imprese hanno incarnato un’epoca, quella della Babilonia del Rock.

MÖTLEY CRÜE & Neil Strauss:

“THE DIRT – Confessioni della band più oltraggiosa del rock”

Traduzione di Stefania Renzetti

Sesso, droga e rock ‘n’ roll. Forse i Motley Crue non hanno fatto tutte e tre le cose meglio di altri, ma di sicuro le hanno fatte più di tutti gli altri.

Nella Los Angeles degli anni ’80 il rock non aveva regole, e questi quattro debosciati americani ne incarnavano lo spirito alla perfezione. Nessuna morale, nessun limite, nessuna inibizione, una trinità di perversione e dissolutezza che per poco non li ha lasciati senza vita sull’asfalto. O quasi, visto che uno di loro è effettivamente morto ed è pure tornato per raccontarlo, novello messia della sregolatezza più sfrenata.

The Dirt non racconta solamente la storia di una delle band rock più leggendarie di sempre, che ha sbancato le classifiche di tutto il mondo e incassato dischi di platino e premi di ogni tipo, ma è uno spaccato unico della vita di quattro personaggi che con le loro imprese hanno incarnato un’epoca, quella della Babilonia del Rock.
Vince Neil, Nikki Sixx, Tommy Lee e Mick Mars hanno combinato ogni genere di nefandezza: hanno bevuto in maniera smodata, scopato un numero incredibile di donne, fatto a pugni più e più volte, si sono drogati con tutto quello che capitava a tiro e si sono trovati a sprofondare in un vortice di violenza, oblio e tragedia personale che li ha segnati indelebilmente, ma non è comunque riuscito a riportarli completamente sulla retta via.

Queste pagine trasudano alcool e decadenza. Leggete a vostro rischio e pericolo.

Attenzione / Warning

È vietato copiare, riprodurre, ripubblicare, pubblicare, visualizzare pubblicamente, codificare, tradurre, trasmettere o distribuire qualsiasi parte o contenuto di questo articolo senza previo consenso scritto da parte di METALHEAD.IT. È tuttavia liberamente consentito pubblicare un link diretto a questo articolo sui vostro canali e social network.

It's forbidden to copy, take screenshot, repost, publish, broadcast, show in public, encode, translate, transmit or distribute any section or content of this article without a written approval by METALHEAD.IT. It's allowed to post or publish a direct link to this article on your channels or social networks.

:

Comments are closed.