METALHEAD


MANOWAR, fanno causa all’Hellfest. Le parole di Jey DeMaio!

by on Lug.21, 2019, under NEWS

Durante il concerto di ieri a Istanbul i MANOWAR hanno rilasciato delle dichiarazioni relativamente all’annullamento del loro spettacolo all’Hellfest in Francia, il quale avrebbe dovuto essersi tenuto il 21 giugno scorso.

Le parole sono di Jey DeMaio, e sono state pronunciate durante il suo (lungo) discorso al pubblico, cosa abituale durante i concerti della band americana. Come già anticipato nei giorni immediatamente successivi all’evento, la band intende chiaramente procedere per vie legali, accusando nuovamente delle mancanze gravi ed il non rispetto del contratto da parte degli organizzatori e promoters, i quali hanno semplicemente dichiarato che la band se ne è andata senza una apparente ragione.

Ecco cosa ha detto Joey, ed il video delle dichiarazioni, rivolte direttamente al pubblico:

“Quando la gente parla dei Manowar che hanno abbandonato un concerto e non hanno suonato per ragioni stupide, allora questa gente ragiona con il culo.

I Manowar hanno suonato il loro primo concerto per sette persone, sette. Ok? Uno dei sette era il manager; un altro era il barista. Se qualcuno dice che i Manowar devono avere un grande palco, o devono avere chissà cosa, non è vero, noi dobbiamo avere solamente il nostro personale trattato come merita. E dobbiamo avere un promoter che onori gli accordi presi ed i contratti, e che non si inventi di prendere decisioni per conto suo e fare come gli pare. Quella è la fottuta verità.

Noi abbiamo firmato con il sangue un contratto nel 1983, e la ragione per la quale io ho firmato quel contratto è che volevo che il mondo conoscesse che i Manowar sono la band che non lo mette in culo ai fans, che non suona mai musica di merda e che non propina mai ai fans un sound pessimo, con luci pessime e senza la nostra attrezzatura. Questa è la fottuta verità.

Non ho visto nessuno di questi fottuti promoters firmare con il sangue un contratto, ma li vedo felici di tirare merda sulla gente.

Non sono stato invitato alla conferenza stampa dell’Hellfest, tanto per dirvene una, ma loro saranno certamente invitati alla mia, perch voglio che il mondo sappia la fottuta verità, ciò che è veramente successo laggiù. È stato il promoter che ha causato ogni fottuto problema, non i Manowar!

Ora, vorrei che pensaste ad una cosa. Abbiamo suonato, solo in questo tour, 30 diversi spettacoli. 30. In 13 paesi. Abbiamo suonato in Israele: nessun problema. Abbiamo suonato nove concerti in Russia: nessun problema. Un concerto in Ucraina: nessun casino. Uno spettacolo in Bielorussia, due in Repubblica Ceca, cinque in Germania, Danimarca, quattro in Norvegia. Abbiamo suonato davanti a 650 persone nel fottuto Polo Nord, in una città di duemila persone e quattromila orsi polari, ok? Quindi non ditemi che i Manowar sono delle fottute dive. Siamo andati fino a lì perché volevamo suonare per la gente che vive lassù, perché non hanno mai visto un concerto metal dalle loro parti. Abbiamo suonato quattro concerti in Norvegia, due in Inghilterra, uno in Svizzera, uno in Grecia, uno in Bulgaria, ed ora siamo qui, stasera, in Turchia. Quindi ditemi chi sta sbagliando. Pensate che siano i Manowar a sbagliare? Un solo paese, un solo fottuto spettacolo di tutti questi, ed ecco il problema. Ditemi un po’ chi ha fatto il casino.

Sta di fatto che abbiamo fatto causa agli organizzatori dell’Hellfest. Noi non spariamo cazzate. Qualcuno cerca di fottere i nostri fans… ma nessuno prende per il culo i Manowar. Non daremo mai ai nostri fans meno del 100%. Non ci piacciono le cazzate. E si, o possiamo darvi il 100% oppure niente. Mi dispiace che la gente sia venuta da tutto il mondo [per vederli all’Helfest, ndr]. Non avete idea di quanto mi dispiace, quanto dispiaccia a Eric, Anders ed E.V. e a tutto il nostro fottuto fedelissimo crew. Sta cosa ci fa sentire di merda. Gente che ha volato da tutto il fottuto pianeta fino a quel posto e i Manowar non hanno suonato. Ma sapete cosa?  Questa cosa ci fa soffrire e i nostri veri fans soffriranno con noi.

Credo che vinceremo questa causa legale, e quando lo faremo, prenderemo dei soldi, troveremo un paese e troveremo anche una città in quel paese che ci ospiterà, e faremo un concerto GRATIS al quale tutto il fottuto mondo è invitato. Avete la mia fottuta parola che questo succederà.  Ci potete credere a nome mio, Eric, E.V. e Anders e tutto il crew dei Manowar, il crew fedelissimo che abbiamo da ormai 30 anni… noi facciamo quello che diciamo! E non ascoltate a quei leccaculo su internet che parlano male dei Manowar e diffondono voci. Nessuno di questi fottuti stronzi era li. Hanno forse una copia del nostro contratto? Erano nel backstage? Hanno visto cosa è successo? No. Non hanno nulla di meglio da fare che giocherellare con i loro piccoli cazzi e scrivere nella fottuta internet parlando male della gente.

Ma noi siamo la band che è arrivata laggiù con otto fottuti camion, o quanti cazzo erano, pronti a suonare. Ed indovinate? Non abbiamo mai cancellato lo spettacolo. Esatto. L’annuncio è arrivato da loro, dai loro canali. Ma è stato bello per la gente dire in giro che noi abbiamo cancellato il concerto, così i fans non si sarebbero lamentati con loro. Quindi qualcuno deve chiedere a questi cazzoni cosa è successo veramente.

Mi dispiace rubarvi tempo con questo, ma la fottuta verità va detta.  E presto questa causa legale sarà resa pubblica. Potrete andare su internet e leggervela per conto vostro. E tutti quelli che ci hanno preso in giro, che vi hanno preso in giro, mangeranno merda quando vedranno cosa cazzo è veramente successo.”

 

Attenzione / Warning

È vietato copiare, riprodurre, ripubblicare, pubblicare, visualizzare pubblicamente, codificare, tradurre, trasmettere o distribuire qualsiasi parte o contenuto di questo articolo senza previo consenso scritto da parte di METALHEAD.IT. È tuttavia liberamente consentito pubblicare un link diretto a questo articolo sui vostro canali e social network.

It's forbidden to copy, take screenshot, repost, publish, broadcast, show in public, encode, translate, transmit or distribute any section or content of this article without a written approval by METALHEAD.IT. It's allowed to post or publish a direct link to this article on your channels or social networks.

:

Comments are closed.