METALHEAD


CRYSTAL EYES – “Starbourne Traveler”

by on Feb.06, 2020, under ALBUM, C

(Massacre Records) A ben cinque anni da “Killer”, tornano sul mercato gli svedesi Crystal Eyes, fra le ultime formazioni rimaste sul mercato a suonare power metal secondo gli stilemi di inizio anni 2000. Si inizia appunto con il power classico, vagamente virato maideniano, di “Gods of Disorder”; “Side by Side” punta invece direttamente ai Running Wild e alle loro atmosfere folk piratesche (così come farà “Into the Fire”), mentre “Extreme Paranoia” ha quel brio del power golden era, stile Cryonic Temple o Highland Glory (per non scomodare i mitologici Freternia): del resto, è una ri-registrazione dal debut “World of Black and Silver”, del lontanissimo 1999. Priestiana, impostata su una batteria energica e marziale “Starbourne Traveler”, mentre “Paradise Powerlord” sconfina ampiamente nell’hard rock… genere cui torna anche la caciarona e un po’ elementare “Midnight Radio”. L’accorata power ballad “In the Empire of Saints” racconta di una tragica perdita; i nostri chiudono con i sette minuti di “Rage on the Sea”, anch’essa proveniente dal primo disco, ingenua quanto trascinante. Buona musica per buoni interpreti, in un disco che spazia forse un po’ troppo fra i (sotto)generi, ma si mantiene sempre ad alti livelli.

(René Urkus) Voto: 7,5/10

Attenzione / Warning

È vietato copiare, riprodurre, ripubblicare, pubblicare, visualizzare pubblicamente, codificare, tradurre, trasmettere o distribuire qualsiasi parte o contenuto di questo articolo senza previo consenso scritto da parte di METALHEAD.IT. È tuttavia liberamente consentito pubblicare un link diretto a questo articolo sui vostro canali e social network.

It's forbidden to copy, take screenshot, repost, publish, broadcast, show in public, encode, translate, transmit or distribute any section or content of this article without a written approval by METALHEAD.IT. It's allowed to post or publish a direct link to this article on your channels or social networks.

:

Comments are closed.