METALHEAD


HEXENBRETT – “Zweite Beschwörung: Ein Kind zu töten”

by on Mag.15, 2020, under ALBUM, H

(Dying Victims Productions) Stranissimo questo gruppo: il cd comincia con un’intro atmosferica e solenne, mentre la seconda traccia mostra un black piuttosto ottantiano e mistico, più simile a dei Venom epici e rallentati che non a del black scandinavo. Eppure i riff sono decisamente vecchia scuola nera, così come il cantato, anche se non si può parlare di vero e proprio growl, ma solo di una voce molto aggressiva e urlata. Tutto l’album è un continuo e ragionato giocare sul filo dei due generi. Si prenda ad esempio la traccia “Attraverso Sette Porte All’Inferno”: inizialmente ti sembra di stare ascoltando una versione molto edulcorata degli Impaled Nazarene… poi la traccia vira improvvisamente in un heavy classico con tanto di breve assolo di chitarra. L’accostamento sembra quanto mai ardito, eppure funziona in tutto e per tutto, creando un amalgama sonoro peculiare e godibilissimo. Un disco da avere, se non altro per capire che certe volte dietro a copertine oggettivamente bruttissime può celarsi un prodotto davvero molto buono.

(Enrico MEDOACUS) Voto: 8/10

Attenzione / Warning

È vietato copiare, riprodurre, ripubblicare, pubblicare, visualizzare pubblicamente, codificare, tradurre, trasmettere o distribuire qualsiasi parte o contenuto di questo articolo senza previo consenso scritto da parte di METALHEAD.IT. È tuttavia liberamente consentito pubblicare un link diretto a questo articolo sui vostro canali e social network.

It's forbidden to copy, take screenshot, repost, publish, broadcast, show in public, encode, translate, transmit or distribute any section or content of this article without a written approval by METALHEAD.IT. It's allowed to post or publish a direct link to this article on your channels or social networks.

:

Comments are closed.