METALHEAD


LOUISE LEMÓN, esce oggi il nuovo EP “Devil”

by on Mag.29, 2020, under NEWS

LOUISE LEMÓN pubblica oggi il nuovo EP “Devil” sull’etichetta svedese Icons Creating Evil Art.

Dopo l’uscita della title track “Devil” a Marzo, Louise ha recentemente svelato la splendente canzone d’amore intitolata “Bathe In Gold” disponibile per l’ascolto QUI.

L’EP è disponibile in vinile 12” e in digitale QUI.

“Devil” è stato co-prodotto e mixato da Anders Ludwigsson, che è anche il tastierista della band che accompagna Louise. Mentre registrava l’ultimo album, Louise non ha nascosto il desiderio di lavorare con elementi più organici e onesti.

“Non potrei essere più soddisfatta del modo in cui abbiamo realizzato l’ultimo album” commenta Louise, “È stata un’esperienza molto positiva”. Ma sorretta dal desiderio di poter sempre abbracciare ed esplorare nuove direzioni, nuovi sentimenti, la regina del Death Gospel ha voluto davvero scavare a fondo nelle qualità toccate dal suo precedente disco. Con “Devil” è stata in grado di guardare dentro di sé, di catturare l’essenza di sé stessa, mentre percorreva molti sentieri verso il suo obiettivo finale. Spinta dal suo precedente lavoro con il produttore Randall Dunn [Sunn O)), Chelsea Wolfe, Earth, ecc.] e per rendere il processo compositivo veramente onesto e organico, “Devil” è stato registrato nella sala prove della band, lontano da tutte le distrazioni.

“Volevo fare questo EP in modo onesto e renderlo davvero un processo naturale. Dopo aver realizzato il mio ultimo disco, che è stato molto prodotto, volevo andare in studio e registrarlo direttamente com’era. Volevo catturare il suono dal vivo e volevo catturare la grinta sul nastro. È davvero interessante, quando crei, accendi il tuo cervello. Quindi, quando ho registrato il mio ultimo album, ho già iniziato a fare l’EP. Come una chiusura e un’apertura in un’unica volta”, afferma Louise.

LOUISE LEMÓN ha compiuto un lungo viaggio spirituale con questo EP; ha esplorato temi come la solitudine, il dubbio di sé e l’amore caldo e bruciante. Nei testi aperti e onesti possiamo ascoltarla contemplare se stessa, riconciliarci con la sua stessa testardaggine, così come con il suo cuore, che le ha causato dolore attraverso innumerevoli sacrifici di sé. Le nuove canzoni e i loro epici paesaggi sonori mettono in discussione vecchie verità e portano ricordi di battaglie perse, che con il senno di poi hanno portato anche a improbabili vittorie.

“Ascolta sempre quell’istinto. Non puoi aspettarti amore da qualcuno che non sa amare sé stesso. Volevo solo tirarlo fuori con la mia band. Sono sempre alla ricerca di questa unica sonorità, è come l’ansia e la libertà in un suono più unico che raro. Ho discusso con loro di questo sound da quando ho iniziato a suonarci assieme e nell’assolo di chitarra della title track l’abbiamo trovato, dopo dieci anni di lavoro”.

Attenzione / Warning

È vietato copiare, riprodurre, ripubblicare, pubblicare, visualizzare pubblicamente, codificare, tradurre, trasmettere o distribuire qualsiasi parte o contenuto di questo articolo senza previo consenso scritto da parte di METALHEAD.IT. È tuttavia liberamente consentito pubblicare un link diretto a questo articolo sui vostro canali e social network.

It's forbidden to copy, take screenshot, repost, publish, broadcast, show in public, encode, translate, transmit or distribute any section or content of this article without a written approval by METALHEAD.IT. It's allowed to post or publish a direct link to this article on your channels or social networks.

:

Comments are closed.