METALHEAD


GODHUNTER / SECRETS OF THE SKY – “GH/0ST:S” (split)

by on Ott.09, 2014, under ALBUM, G, S

copGodhunterSecretsofthesky(The Earsplit Compound / Battleground Records) Sono due band recenti. Circa cinque anni di attività ciascuna. Un full length, alcuni demo o splits. La prima si dedica ad uno sludge pesante, anticristiano. La seconda si orienta verso un doom brutale, con massicce influenze black. Sono entrambe americane, Tucson e Oakland, e recentemente sono state in tour assieme, il tour denominato “Southwest US trek”. Durante questa serie di concerti era possibile acquistare una edizione limitatissima (solo 100 copie) di uno split tra i due act, split ora riproposto per spargere ulteriore devastazione; è questa l’essenza di “GH/0ST:S”, è questo lo spirito; nuovo materiale da ambo le parti, canzoni complesse e molto lunghe (entrambe le band offrono un pezzo da quasi sette minuti ed uno da oltre dieci…), ricche di idee che deviano in maniera intelligente dai canoni dettati dai rispettivi generi di appartenenza. Sul lato A il materiale dei Godhunter: “Pursuit/Predator” è sporca, crudele, selvaggia… ma molto ben curata: in mezzo ai suoni deviati e intenzionalmente inospitali emerge una componente melodica accentuata da un cantato variegato nello stile. La seguente lunghissima title track è ambient oscuro. Lenta, fumosa, tetra… basata su arpeggi profondi ed un uso minimalistico di ritmiche heavy. Pezzo molto coinvolgente, capace di generare un grande inquietudine. Il lato B è territorio dei Secrets Of The Sky: “The Star” è un doom/black con diverse melodie oscure, anticipato da una introduzione molto coinvolgente che si lega in qualche modo alla title track dei colleghi. Ma anche i Secrets Of The Sky propongono una title track “GH/0ST:S II” costruita sulla falsa riga di quella dei Godhunter, forse meno ambientale e più suonata, ma equamente inquietante e destabilizzante. Uno split diverso, dove entrambe le band divagano creando idee nuove, compatibili, ma provenienti da direzioni diverse. La confezione concepita è stupenda ed aggiunge valore all’idea: è infatti previsto il vinile deluxe, ma anche un 180 grammi bianco e nero (con una spirale impressa), limitato a 300 copie tutte con codice per il download digitale. Underground che prende forma e diventa una nuova forma artistica. Un’idea intelligente, che rende onore a due bands certamente lontane dai riflettori.

(Luca Zakk) Voto: 7/10

Attenzione / Warning

È vietato copiare, riprodurre, ripubblicare, pubblicare, visualizzare pubblicamente, codificare, tradurre, trasmettere o distribuire qualsiasi parte o contenuto di questo articolo senza previo consenso scritto da parte di METALHEAD.IT. È tuttavia liberamente consentito pubblicare un link diretto a questo articolo sui vostro canali e social network.

It's forbidden to copy, take screenshot, repost, publish, broadcast, show in public, encode, translate, transmit or distribute any section or content of this article without a written approval by METALHEAD.IT. It's allowed to post or publish a direct link to this article on your channels or social networks.

:

Comments are closed.