METALHEAD


P.L.F. (PRETTY LITTLE FLOWER) – “The Ultimate Wirlwind Of Incineration”

by on Ott.13, 2014, under ALBUM, P

copPLF(Blastasfuk Grindcore) Non potevano trovare un titolo migliore per descrivere la loro proposta, gli statunitensi Pretty Little Flower, band votata alla devastazione sonora totale. Il loro sound unisce il grind core di Terrorizer, Filthy Christians e Lock Up al thrash di matrice slayeriana, risultando molto accattivante nonostante l’estremismo sonoro. Riffs lancinanti si alternano a parti cadenzate, la batteria viaggia a velocità elevatissime e gli assoli sono brevi e minimali, alla Kerry King, per intenderci. I brani sono di breve durata (l’album è costituito da quindici songs e dura appena venticinque minuti), ma l’intensità sprigionata è annichilente. “Wicked Strains of Primeval Virus” è un rullo compressore che travolge ogni cosa, giocata su ritmiche isteriche e batteria in costante blast beat. “Human Hunter: Future Butcher” ha un riffing più thrashy, così come la successiva “Fiendish Electrocution”, brano vicino allo stile dei D.R.I. riletti in chiave estrema. L’album è piuttosto omogeneo ma non stanca affatto, un po’ per il minutaggio ridotto, ma soprattutto per l’energia sprigionata e la dinamicità dei brani, che costituiscono un ottimo esempio di come si possa suonare musica estrema di qualità.

(Matteo Piotto) Voto: 7/10

Attenzione / Warning

È vietato copiare, riprodurre, ripubblicare, pubblicare, visualizzare pubblicamente, codificare, tradurre, trasmettere o distribuire qualsiasi parte o contenuto di questo articolo senza previo consenso scritto da parte di METALHEAD.IT. È tuttavia liberamente consentito pubblicare un link diretto a questo articolo sui vostro canali e social network.

It's forbidden to copy, take screenshot, repost, publish, broadcast, show in public, encode, translate, transmit or distribute any section or content of this article without a written approval by METALHEAD.IT. It's allowed to post or publish a direct link to this article on your channels or social networks.

:

Comments are closed.