METALHEAD


FETUS STENCH – “Stillbirth”

by on Lug.31, 2012, under ALBUM, F

(Abyss Records) Micidiali, potenti, spietati, insomma death metal. Perché i Fetus Stench sono questo: la classica band death metal e cosa mai potrebbero essere con quel nome? Il loro sound non fugge in ibridi, nuove tendenze, annacquamenti, ma è la totale prosecuzione della scuola death metal. Blast beat che variano nella velocità, improvvisi mid-tempo che ospitano assoli truci. Le melodie che sanno di arcano e allo stesso tempo spietato. Mazzate da orbi! Nulla di nuovo e nulla di epocale, ma se qualcuno è amante del death metal non dovrebbe prescindere da “Stillbirth”, opera fulminante e che ti inchioda alla sua croce. Le casse trasudano sangue e marciume, l’album gira e che importanza può avere se qualche pezzo magari suona di troppo? “Brennkommando” è già la terza traccia e tutto sembra scorrere come un’armata di assassini che devasta e travolge tutto quanto. La band è nata in Svezia nel 2011 da membri degli Anti Christian Death Squad e “Stillbirth” è il loro manifesto oltranzista che non ha particolari pretese, se non la sola volontà di suonare del canonico death metal e stop!

(Alberto Vitale) Voto: 6/10

Attenzione / Warning

È vietato copiare, riprodurre, ripubblicare, pubblicare, visualizzare pubblicamente, codificare, tradurre, trasmettere o distribuire qualsiasi parte o contenuto di questo articolo senza previo consenso scritto da parte di METALHEAD.IT. È tuttavia liberamente consentito pubblicare un link diretto a questo articolo sui vostro canali e social network.

It's forbidden to copy, take screenshot, repost, publish, broadcast, show in public, encode, translate, transmit or distribute any section or content of this article without a written approval by METALHEAD.IT. It's allowed to post or publish a direct link to this article on your channels or social networks.

:

Comments are closed.