METALHEAD


GRAVE DIGGER – “Healed by Metal”

by on Gen.15, 2017, under ALBUM, G

(Napalm Records) Stavolta, forse, no. Certamente i Grave Digger non devono dimostrare niente a nessuno, certamente non devono inventare nulla, certamente eccetera eccetera: però questo “Healed by Metal”, 17° full-“length” breve quanto scontato, mi sembra decisamente sotto gli standard. Bolthendal e soci si sono davvero limitati al compitino, senza creare un refrain vincente che sia uno, e senza dedicarsi in modo serio al songwriting: ne esce una sagra dei cliché un po’ desolante, e per la prima volta ascoltando un loro album non mi si è fissato niente nella memoria. La titletrack parte subito con il suo coro da stadio, e devo dire che il riff ha qualcosa di più moderno del solito; si torna alla classicità assoluta con “When Night falls”, ignorantissimo il coro di “Lawbreaker”. Epicità a piene mani con “Call for War”, poi con la sguaiata “Ten Commandments of Metal” si torna all’atmosfera da arena metallica, con un chorus che non si sentiva dai tempi di “Fighting the World” dei Manowar. Trascinante quanto ingenua anche “Hallelujah”; un po’ stucchevole la conclusiva “Launghing with the Dead”, con il suo coretto ‘ah-ah-ah’. Un disco che scorre via in un attimo, e che, a mio modesto parere, non sarà ricordato a lungo…

(René Urkus) Voto: 6/10

Attenzione / Warning

È vietato copiare, riprodurre, ripubblicare, pubblicare, visualizzare pubblicamente, codificare, tradurre, trasmettere o distribuire qualsiasi parte o contenuto di questo articolo senza previo consenso scritto da parte di METALHEAD.IT. È tuttavia liberamente consentito pubblicare un link diretto a questo articolo sui vostro canali e social network.

It's forbidden to copy, take screenshot, repost, publish, broadcast, show in public, encode, translate, transmit or distribute any section or content of this article without a written approval by METALHEAD.IT. It's allowed to post or publish a direct link to this article on your channels or social networks.

:

Comments are closed.