METALHEAD


ICHOR – “Benthic Horizon”

by on Ott.19, 2011, under ALBUM, I

(Siege of Amida) Il nome Ichor indica il sangue che scorre nelle vene degli dei, di conseguenza il sound di “Benthic Horizon” è davvero violento e brutale. Il death metal dei teutoni è potente, con buona dose di tecnica espressa attraverso riff che si intrecciano e ritmiche che tolgono il respiro. E’ difficile definire le influenze dei nostri, in quanto lo spettro è ampio e si manifestano in modo diverso nelle nove canzoni della tracklist. Si odono i Morbid Angel, ma in particolare gli Immolation e Whitechapel; nell’insieme però “Benthic Horizon” ha un songwriting articolato e ricco, in grado di tenere ferma l’attenzione dell’ascoltatore. Questo secondo album degli Ichor non sarà un miracolo creativo, ma è ben suonato. L’album è stato realizzato presso gli Hertz studios  (Decapitated, Behemoth) mentre l’artwork è di Toshihiro Egawa (Annotations Of An Autopsy, Abigail Williams).

(Alberto Vitale) voto: 6/10

Attenzione / Warning

È vietato copiare, riprodurre, ripubblicare, pubblicare, visualizzare pubblicamente, codificare, tradurre, trasmettere o distribuire qualsiasi parte o contenuto di questo articolo senza previo consenso scritto da parte di METALHEAD.IT. È tuttavia liberamente consentito pubblicare un link diretto a questo articolo sui vostro canali e social network.

It's forbidden to copy, take screenshot, repost, publish, broadcast, show in public, encode, translate, transmit or distribute any section or content of this article without a written approval by METALHEAD.IT. It's allowed to post or publish a direct link to this article on your channels or social networks.

:

Comments are closed.