METALHEAD

NOTHGARD – “Age of Pandora”

by on set.16, 2014, under ALBUM, N

copnothgard(Trollzorn Records) I Nothgard sono la prima band di Dom R. Crey, recentemente subentrato negli Ensiferum: probabilmente nasce da qui l’idea di un tour congiunto delle due formazioni, che partirà fra pochi giorni e toccherà anche l’Italia. “Age of Pandora” è il secondo disco di questi bavaresi, e la presenza (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

HELL – “Trilogy”

by on set.16, 2014, under ALBUM, H

cophell(Pesanta Urfolk) In Metalhead un po’ tutti abbiamo perso la testa per la Pesanta Urfolk, etichetta statunitense capace di pubblicare sonorità che definire sperimentali sarebbe alquanto riduttivo. La musica della Pesanta Urfolk è sopra le righe. Sempre. Qualsiasi cosa o genere proposto, viene (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

UNDER THE CHURCH – “Under The Church”

by on set.16, 2014, under ALBUM, U

copUnderTheChurch(Pulverised Records) Mini album di debutto per gli Under The Church, band nata dalle ceneri dei leggendari Nirvana 2002, prime movers della scena death metal Svedese insieme a Entombed e Dismember. I brani che compongono questo EP si rifanno totalmente a quello stile che hanno contribuito a creare, caratterizzato da chitarre “a (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

DYSANGELIUM – “Leviaxxis”

by on set.15, 2014, under ALBUM, D

copDysangelium(W.T.C.Productions) Secondo demo per i tedeschi Dysangelium che sono ormai arrivati vicini al debutto discografico proprio con la WTC Productions. Un demo che -quindi- non è più inteso come “musica dimostrativa della band” ma bensì musica che anticipa -come un singolo o un EP- ciò che proporrà il full length, ovvero una esagerazione di odio, furia, rabbia … ed ottima (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

BLACK VUL DESTRUKTOR / ET VERBI SATHANUS – “Apocalypse Towards Apocalypse” split

by on set.15, 2014, under ALBUM, B, E

copblackvuldevs(Blood Harvest) Infame e sordido split tra gli argentini Black Vul Destruktor e i cileni Et Verbi Sathanus. I Black Vul Destruktor sono un vero e proprio massacro sonoro, perpetrato con mezzi approssimativi. Registrazione greve, ombrosa, distorsioni pastose, strutture death metal lanciate a velocità folli. I Sathanus si presentano con un thrash/death (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

AGALLOCH – “The Serpent & The Sphere”

by on set.15, 2014, under A, ALBUM

copAgalloch(Eisenwald Tonschmiede) Crudele armonia. Il quinto album degli americani Agalloch è una brutale, crudele, perversa armonia… un’armonia che si costruisce sulla loro consueta varietà di influenze, capaci di attrarre verso il metal un’ampio ventaglio di sonorità -folk ed alternative comprese- dando origine ad un sound coinvolgente, pieno (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

CRUCIFIED BARBARA – “In the Red”

by on set.14, 2014, under ALBUM, C

copcrucifiedb(Despotz Records) Pochi giorni fa leggevo che le Crucified Barbara hanno dichiarato che questo album, il quarto per le ragazze svedesi, contiene qualcosa di importante: ovvero “le nostre opinioni hanno preso un posto ancora più importante nella scrittura [dei pezzi]”. A cosa si riferiscano nello specifico sono le stesse rockers a dirlo: diritti degli animali e misoginia. Argomenti non nuovi per (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

SONIC SYNDICATE – “Sonic Syndicate”

by on set.14, 2014, under ALBUM, S

copSonic Syndicate(Nuclear Blast) A distanza di quattro anni dal precedente “We Rule The Night”, tornano sulle scene gli Svedesi Sonic Syndicate con questo album omonimo. La band ha accentuato le incursioni elettroniche e melodiche, tentando ritornelli ruffiani di facile presa che non sempre raggiungono il risultato sperato, accantonando parzialmente (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

OPIUM WARLORDS – “Taste My Sword Of Understanding”

by on set.14, 2014, under ALBUM, O

copOpiumWarlords(Svart Records) Pazza Finlandia. Opium Warlords è un altro deviato parto di quella suprema congrega di stregoni Filandensi che un tempo si chiamava Reverend Bizarre… una band unica e storica, che con la sua fine ha dato origine -o comunque alimentato- innumerevoli altri progetti… (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

JOHNNY TOUCH – “Inner City Wolves”

by on set.14, 2014, under ALBUM, J

copjohnnytouch(Shadow Kingdom Records) Capita anche alle buone etichette di prendere degli abbagli: in questo caso, la meritevole Shadow Kingdom Records, che per quel che mi riguarda è l’esatto equivalente americano della tedesca Pure Steel, ci offre l’esordio su lunga distanza dei Johnny Touch, band australiana di heavy metal classico (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

DISASTERHATE, ”un album che lascia il segno, che mette a nudo l’abisso della mente in modo diretto”

by on set.13, 2014, under INTERVISTE

fotodisatsterhate1Sound duro e articolato. Potente e costruito. Thrash e death metal. I Disasterhate sono questo e l’album “Mirroring the Abyss” lo dimostra. La band è un esempio di solidità, melodie, groove, forza e tutto ciò attraverso un atteggiamento proprio, senza scadere in stucchevoli imitazioni. I Disasterhate sono di Catania e sono composti da un batterista e tre ragazze; una di loro, Reitia, risponde alle domande.

Parlami delle ultime novità in casa Disasterhate, ovvero la firma per la Club Inferno. Quanto conta avere un supporto del genere e in cosa consisterà.
La firma per Club Inferno (una sub-etichetta di My Kingdom Music) riguarda la vendita digitale e la promozione dell’album. Abbiamo preferito affidare il lavoro a qualcuno competente in modo da ottenere maggiore visibilità per “Mirroring the Abyss” e la band. L’album sarà disponibile in vendita sui canali online dal 22 settembre prossimo. (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

PLAIN RIDE – “Skeleton Kites”

by on set.13, 2014, under ALBUM, P

copPLAINRIDE(Ektro) Album strano e complesso. I finlandesi Plain Ride provengono da quattro album di folk rock ed improvvisamente decidono di deviare -leggermente- rotta. “Skeleton Kites” è oscuro, profondo. Un disco che unisce sensazioni dark con un folk -costantemente presente nel sound dei Plain Ride- ed un’anima sostanzialmente (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

JOHN THE VOID – “John The Void EP”

by on set.13, 2014, under ALBUM, J

copJOHNTHEVOID(autoprodotto) Questi ragazzi mi fanno impazzire. Sono l’assurdità dell’assurdità. Siamo in pieno territorio underground, ma -diavolo- questo CD è troppo ben confezionato… contiene pure gli adesivi. Poi siamo in piena era di comunicazione e le loro mail per contattarci hanno molto di (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

WOLFEN – “Evilution”

by on set.13, 2014, under ALBUM, W

copwolfen(Pure Steel Records) Tedeschi, sporchi e bastardi quanto basta: questi sono i Wolfen. Non ingannano le attese, suonano quello che sanno fare meglio, heavy metal classico con riff potenti e cori trascinanti… insomma ci hanno fatto “sbattere la testa” per tutta la durata del disco! “Evilution” è il nuovo album del quintetto di Colonia, (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

HATE AFTER RAGE – “Killing Faith”

by on set.12, 2014, under ALBUM, H

copHATE AFTER RAGE(Autoproduzione) Debut album per gli Hate After Rage, band Italiana (di Latina) attiva dal 2011. Musicalmente possono essere catalogati come metalcore, ma tale definizione la trovo riduttiva, pur avendo molte attinenze con questo genere. Le influenze sono, infatti piuttosto variegate e spaziano dal metalcore stesso al groove metal di (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

GUNFIRE – “Age of Supremacy”

by on set.12, 2014, under ALBUM, G

copgunfire(Jolly Roger Records) Probabilmente molti dei lettori più giovani non conoscono la storia: i Gunfire si formano ad Ancona nel 1981, pubblicano un demo e un ep, si trovano a un passo dal grande salto ma la sciagurata situazione dell’epoca riguardo al metal in Italia affossa le loro speranze e provoca uno scioglimento nel 1986. (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

ELVENSTORM – “Blood leads to Glory”

by on set.12, 2014, under ALBUM, E

copelvenstorm(Infernö Records) Vengono da Grenoble gli Elvenstorm, “Blood leads to Glory” è il loro secondo disco, e il loro sound è tipicamente francese, simile a quello che si può ad esempio sentire nei Mystery Blue: un heavy/power che ho sempre individuato per sottrazione, meno roccioso di quello tedesco ma più pieno e articolato (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

NOCTOOA – “Adaptation”

by on set.11, 2014, under ALBUM, N

copnoctooa(Pesanta Urfolk) Oscurità assoluta. Oscurità che trafigge, avvolge, stringe fino alla morte. Pesanta Urfolk è una label che sorprende. Le sue release spaziano tra lontani confini, contrastanti generi: da musica estrema a concetti rilassanti ed introspettivi. Ma c’è sempre una componente comune, che trovo fantastica, deliziosa, attraente: (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

US AMONGST THE REST – “Follow The Truth”

by on set.11, 2014, under ALBUM, U

copUsAmongstTheRest(Two Star Records) Debut album per gli Us Amongst The Rest, band proveniente da York, Inghilterra attiva dal 2012. La proposta musicale di questo quartetto è un alternative rock arricchito da parti robuste, sulla scia dei Funeral For A Friend. Dopo un’intro pianistica, tocca alla potente e cadenzata ”Fields Of Fray”, brano in equilibrio tra post rock ed heavy metal che ricorda gli Alter (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

DISPERISON – “Pillars”

by on set.11, 2014, under ALBUM, D

copDispersion(autoproduzione) Un black metal che timidamente si affaccia alle divagazione post black metal. Un black metal che timidamente si affaccia sulla scena, offrendo qualcosa di personale, in qualche modo diverso, sincero, vero. I Dispersion si formano recentemente in Veneto, prima come duo, poi come trio. Tempi veloci ma mai estremi, ma tanta ed intensa malinconia sono le (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

SKYCONQUEROR, ‘la buona musica non muore mai e resta sempre buona, e sarà sempre suonata!’

by on set.10, 2014, under INTERVISTE

photoskyconquerorOggi MetalHead discute con Daniel Hiller, cantante della heavy metal band tedesca SKYCONQUEROR. Non preoccupatevi per il sound classico, ‘heavy metal will never die’! (italienische version)

Salve Daniel, vuoi presentare la band ai lettori italiani?

Gli Skyconqueror sono una band di classic heavy metal del Müsterland, fondata nella primavera del 1997 da Jan Tappert (chitarra) e Carsten Stiens (batteria). Poco dopo l’organico fu completato da Mirko Jankord al basso e da Niko Saloustros come cantante. Nel gennaio 1998 uscì il demo di debutto “Streak of Lightning”: fu presentato con il primo concerto della (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

SKYCONQUEROR, ‚Gute Musik stirbt nicht, sie wird immer gut bleiben, und immer gespielt werden!’

by on set.10, 2014, under INTERVISTE

photoskyconquerorHeute spricht MetalHead mit Daniel Hiller, Sänger von der deutschen Heavy Metal Gruppe SKYCONQUEROR. Keine Sorge für das klassische Sound, ‚Heavy Metal will never die’! (versione italiana)

Hallo Daniel, ich habe ein bisschen in Deutschland gearbeitet so probiere ich, auf Deutsch zu schreiben… willst du die Gruppe den italienischen Lesern vorstellen?

Skyconqueror ist eine traditionelle Heavy Metal Band aus dem Münsterland – gegründet im Frühjahr 1997 von Jan Tappert (Gitarre) und Carsten Stiens (Schlagzeug). Kurze Zeit später komplettierten Mirko (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

GORY BLISTER – “The Fifth Fury”

by on set.10, 2014, under ALBUM, G

copGORYBLISTER(Sliptrick Records) Quinto album per gli Italiani Gory Blister, band che dal 1991 porta avanti con coerenza il verbo del death metal. Questo “The Fifth Fury” evolve ulteriormente quanto di buono è stato fatto sul precedente “Earth – Sick”: i pezzi sono brutali, veloci e potenti, ma con un tasso tecnico sbalorditivo, di estrazione (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

WITHINSANE – “Through the Eyes of Consciousness”

by on set.10, 2014, under ALBUM, W

copwithinsane(autoproduzione) Stupefacente lavoro da parte di un one-man band project parigino, ovvero Withinsane. Uno stile tutto sommato prevedibile,quello che domina “Through the Eyes of Consciousness” e tuttavia è bene (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

ONKEL TOM – “H.E.L.D.”

by on set.09, 2014, under ALBUM, O

coponkeltom

(Nuclear Blast) La classe non è acqua. Banale dirlo, ma è cosi. Se ti chiami Tom Angelripper non sei un tipo comune, perché sei il motore propulsivo dei Sodom e ti concedi anche un progetto parallelo che mandi avanti da qualche anno con diversi album. Fin qui potrebbe essere tutto nella norma; quanti ‘grandi’ hanno progetti paralleli e sganciati (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

RETRIBUTION – “Corpus Antichristi Y3K”

by on set.09, 2014, under ALBUM, R

copRETRIBUTION(Pitch Black Records) Spagna, non scandinavia. Terra che integra varie culture. E Retribution è decisamente un progetto figlio di questa ampia influenza culturale, un progetto dove converge -con genialità- una vasta gamma di ispirazioni che danno origine ad un qualcosa di efficace, diverso, poderosamente convincente. Il territorio di base è quello del Symphonic Black (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

WYLD – “Stoned EP”

by on set.09, 2014, under ALBUM, W

copWYLD(autoprodotto) Dichiarano che la musica dei Wyld non va ascoltata, bensì vissuta. Specialmente dal vivo. Impossibile dar loroi torto! Si sono formati recentemente, nel 2011, ma solo dal 2012 si sono stabilizzati. Sono Francesi, di Parigi…e di questa città respirano la libertà mentale, quel feeling rilassato ma estremamente intenso. Danno libero sfogo alle (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

CREATION’S END – “Metaphysical”

by on set.09, 2014, under ALBUM, C

copcreationsend(Pure Prog Records) Presentati dalle note promozionali come una possibile alternativa ai Dream Theater, i Creation’s End possono essere anche considerati un supergruppo: alla voce c’è Mike DiMeo, che molti ricorderanno per i suoi trascorsi con Masterplan e Riot, e alle chitarre ci sono l’italianissimo (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

AUTUMN’S DAWN – “Gone”

by on set.08, 2014, under A, ALBUM

copautumnsdawn(Einsenwald Tonschmiede) Onestamente non capisco la definizione ‘post black metal’. Questo sarà il terzo o quarto album, quest’anno, che mi capita fra le mani a portare questa etichetta… e che con il black non c’entra assolutamente niente! Vediamo allora dove vanno a parare gli Autumn’s Dawn, duo australiano (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

FAITHSEDGE – “The Answer of Insanity”

by on set.08, 2014, under ALBUM, F

copfaithsedge(Scarlet Records) Secondo lavoro della band Italiana Faithsedge, capitanata dal virtuoso axe-man Alex De Rosso; il gruppo risulta di stanza in California ma tutti i membri sono italiani. L’opener “Now I know the Truth” parte subito con un riff tagliente, che ci fa intendere che i nostri eroi in questa song (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

BLOOD AND SUN – “White Storms Fall”

by on set.08, 2014, under ALBUM, B

copBLOODANDSUN(Pesanta Urfolk) Folk malinconico. E’ così che definirei il sound degli americani Blood And Sun (del Minnesota). La band è un progetto nuovo, formato da alcuni elementi della scena metal -doom, black- e space rock, ovvero Tanner Anderson (Obsequaie/Celestiial), Luke Tromiczak (Maledicere) e Erik Wivinus (Thunderbolt Pagoda). I tre artisti, (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

STAR INSIGHT – “Messera”

by on set.08, 2014, under ALBUM, S

copstarinsight(Inverse Records) Band abbastanza interessante, i finlandesi Star insight: arrivano al debut dopo una lunga gavetta (l’anno di fondazione è il 2005) e, in modo fedele alle ultime tendenze della loro nazione, mescolano nel loro sound un po’ di tutto, costruendo un ibrido power/death/black (con deboli influssi sci-fi) (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

OPHIS – “Abhorrence in Opulence”

by on set.07, 2014, under ALBUM, O

OPHIS_AIO_CD_Booklet.indd(Cyclone Empire) Pochi scherzi, gli Ophis sono una istituzione per chi, come il sottoscritto, ha amato la prima effervescenza doom/death inglese di inizio anni ’90: una delle ultime correnti che abbia apportato qualcosa al doom e che, infatti, ancora oggi fa proseliti soprattutto in Europa. I tedeschi, (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...