METALHEAD

SYLOSIS – “Dormant Heart”

by on mar.04, 2015, under ALBUM, S

copSylosis(Nuclear Blast) Quarto lavoro per i Sylosis, quartetto Britannico non molto conosciuto nel nostro paese, ma che già vanta un buon seguito un po’ ovunque, avendo suonato con realtà affermate come Killswitch Engage, Trivium e Lamb Of God. La band Inglese capitalizza quanto di buono realizzato nei dischi precedenti (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

FUROR GALLICO – “Songs from the Earth”

by on mar.04, 2015, under ALBUM, F

copfurorgallico2(Scarlet Records) Sono stati degli interessanti newcomer (ho recensito il precedente album QUI, agli albori di questa webzine), e ci hanno messo quasi cinque anni per un nuovo disco: i Furor Gallico si confermano fra gli esponenti di punta del pagan metal italiano, anche se devo osservare, (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

THE DEATHTRIP – “Deep Drone Master”

by on mar.04, 2015, under ALBUM, D

copdeathtrip(Svart Records) Negli ultimi anni, il black metal ha subito un’evoluzione che l’ha portato a fondersi con altri generi ed a sperimentare sonorità che, per quanto affascinanti, rischiavano di fargli perdere la sua malvagità primigenia. Sinceramente, pur apprezzando i lavori più recenti di Mayhem, Satyricon (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

ABYSMAL LORD – “Storms Of Unholy Black Mass”

by on mar.04, 2015, under A, ALBUM

copabysmallord(Hells Headbangers) Mini LP di debutto per gli Statunitensi Abysmal Lord, band proveniente dalla Louisiana dedita a un black/death metal senza compromessi. Le cinque canzoni contenute in questo lavoro, viaggiano su ritmiche serrate, ai limiti del grind core, con un drumming ossessivo e velocissimo e le chitarre che macinano riffs grezzi e taglienti. Gli (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

VARDAN – “Verses From Ancient Times”

by on mar.03, 2015, under ALBUM, V

copVARDAN1(Moribund Records) Ventiduesimo album? Pazzesco. Io in realtà conto qualche unità di meno di quanti elencati in cartella stampa: in realtà sarebbero di più (circa 35) ma sono pochi quelli effettivamente pubblicati; ma è indubbio che il progetto siciliano Vardan è un qualcosa di (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

STREAM OF PASSION – “A War of Our Own”

by on mar.03, 2015, under ALBUM, S

copstreamofp(Graviton Music) All’origine di questo progetto c’era Arjen Lucassen. Lui e Marcela Bovio erano il perno su cui basare idee e soluzioni. Poi Lucassen è andato avanti con altre cose, mentre gli Stream Of Passion si sono costruiti un’identità forte. Da soli e certi delle proprie capacità, su tutte il talento (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

DRAGONHAMMER – “The Blood of the Dragon” – “Time for Expiation” reissue

by on mar.03, 2015, under ALBUM, D

copdragonhammercopdragonhammer2(My Kingdom) Poco più di un anno fa, i Dragonhammer erano finalmente tornati sul mercato con un album di inediti (recensito QUI); la loro nuova etichetta, la sempre meritevole My Kingdom Music, ha oggi deciso di ristampare i primi due dischi della band capitolina, (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

ANGUISH – “Mountain”

by on mar.03, 2015, under A, ALBUM

Image generated by GPL Ghostscript (device=pnmraw)(Dark Descent Records) Doom/death metal potente, ma onestamente d’ordinanza per gli svedesi Anguish, qui al secondo album. Sono rimasto onestamente colpito dall’entusiasmo che alcuni colleghi hanno manifestato nei confronti di questa uscita: non sto riconoscendo il disco doom del decennio? (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

BEERGASM – “Cancer Society”

by on mar.03, 2015, under ALBUM, B

copbeergasm(GhostRecordLabel/Crashsound Distribution) Particolarmente sfuggente il sound dei Beergasm. La comunione d’intenti dei singoli musicisti e le loro idee e derivazioni musicali, prendono forma in questo demo con quattro canzoni nelle quali il thrash si affianca al rock, allo speed metal e all’heavy. Molte idee, diverse (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

ABYSMAL GRIEF – “Feretri”

by on mar.02, 2015, under A, ALBUM

copAbysmalGrief(Terror from Hell Records) Lo so. Questo album è uscito due anni fa. Ma io non lo sapevo. Anzi, ero solo vagamente al corrente dell’esistenza di questa band italiana, che tuttavia è in circolazione da metà anni ’90. Ecco cosa è successo: al mitico Circolo Colony di Brescia c’è una serata doom di quelle toste, ed io vengo invitato dal drummer dei Dark End (tra (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

BLACK BOOK LODGE – “Tûndra”

by on mar.02, 2015, under ALBUM, B

copBLACKBOOKLODGE(Mighty Music/Target) Ventotto Luglio 2014. Sette dannatissimi mesi fa. E dove diavolo era questo album? Nel mucchio. Sotto gli altri. Diavolo, noi ne recensiamo troppi, ed ogni giorno ne arrivano di più. Davvero, non mi frega davvero se leggerete queste parole (ammesso lo facciate) mezzo anno dopo la release: quello che mi disturba è che IO mi ascolto (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

T.H.L. – “Thirteenth Hell Level”

by on mar.02, 2015, under ALBUM, T

copTHL(Sound Management Corporation) Un viaggio attraverso quarant’anni di musica rock, quello proposto dai Bresciani T. H. L. La band, attiva dal 2010, giunge al debutto dopo essere passata attraverso alcuni avvicendamenti in seno alla line up e dopo aver maturato una vasta esperienza dal vivo. Il gruppo Lombardo propone un rock a trecentosessanta gradi, (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

NIGHTWISH – “Élan”

by on mar.02, 2015, under ALBUM, N

copnightwish3(Nuclear Blast) Che siano i Nightwish quelli di “Élan” è innegabile. Il disorso musicale è quello di sempre e forse si avvicina abbondantemente alle cose dell’ultimo “Imaginaerum”. La canzone è uno scarto del precedente lotto? Non ha importanza, “Élan” è (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

SINISTER – “The Unborn Dead” (7’EP, Vinyl 2014)

by on mar.02, 2015, under ALBUM, S

copsinister(Helldprod & Murder Records) Non molto da potere dire su questa release. “The Unborn Dead” è un 7′ dei Sinister che raccoglie due pezzi: la cover (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

SHADOW OF THE TORTURER – “Dronestown”

by on mar.01, 2015, under ALBUM, S

copShadowOfTheTorturer(Memento Mori) Qualcuno forse ricorda il massacro di Jonestown (Guyana, in Sud America) datato 1978. Sulla vicenda si è detto di tutto. Erano dei fanatici? E cosa era Jonestown? Era una prigione? Un progetto utopistico? E (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

MORBIDITY – “Revealed From Ashes”

by on mar.01, 2015, under ALBUM, M

copMorbidity(Memento Mori) Full length di debutto per i Morbidity, band proveniente dal Bangladesh, a conferma del fatto che, talvolta, le releases più convincenti provengono dai posti più inaspettati. La loro proposta è un death metal old school, dalla forte matrice thrash, tipica dei primi lavori di (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

NIDSANG – “Into The Womb Of Dissolving Flames”

by on mar.01, 2015, under ALBUM, N

copNIDSANG(Pulverised Records) Musica estrema dalla Svezia. Un black metal brutalizzato da concetti death, ricco di potenza, furia, ma anche tanta melodia. Tornano in mente nomi come Watain, magari Marduk o Dark Funeral, e pure qualche accenno di Emperor. I Nidsang (in origine si chiamavano Lammoth) non sono produttivi: questo è il loro secondo full (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

SEVEN THAT SPELLS – “The Death And Resurrection Of Krautrock: IO”

by on mar.01, 2015, under ALBUM, S

copSevenThatSpells(Sulatron Records) Pura pazzia psichedelica per questo secondo album di una trilogia iniziata con “The Death And Resurrection Of Krautrock” (del 2011). Una band strana, deviata, in giro dal 2003 con oltre una decina di album all’attivo. Il progetto ha origini croate, anche se i suoi membri (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

NEFANDUS – “Reality Cleaver”

by on mar.01, 2015, under ALBUM, N

booklet_12_1(Death Worship Productions) Originale proposta, quella dei Nefandus. La band Svedese, giunta al terzo album, interpreta in maniera personale gli stilemi del black metal, talvolta stravolgendone gli schemi. Se da questo genere cercate tempi velocissimi e tremolo picking, qui non ne troverete praticamente (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

ACHERONTAS – “Ma IoN (Formulas of Reptilian Unification)”

by on feb.28, 2015, under A, ALBUM

copAcherontas(W.T.C. Productions) Gli Acherontas ci hanno abituato fin troppo bene con i loro album. Quattro prove dal 2007 ad oggi con una qualità media impressionante. E con questo “Ma Ion…” portano la loro proposta musicale ad un livello superiore. Immaginatevi se i miti classici dell’epoca ellenica cantati dai Rotting Christ si fondessero con le immagini evocative di (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

SCANNER – “The Judgment”

by on feb.28, 2015, under ALBUM, S

copscanner(Massacre Records) Formatisi a metà degli anni ottanta dalle ceneri dei Lion’s Breed, gli Scanner seppero ritagliarsi un loro spazio all’interno della scena power speed teutonica, forti di un contratto con la Noise che gli permise di incidere i primi due dischi e di farsi notare dagli estimatori del genere. Il passaggio alla Massacre ci consegnò (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

UHRIRISTI – “Haudankylmä”

by on feb.28, 2015, under ALBUM, U

cophuriristi

(Mortis Humanae Prod.) Sono 666 gli esemplari di questo nuovo album dei finlandesi Uhriristi. Un numero simbolico, profetico, per siglare un black metal feroce e che discende dalla scuola anni ’90 del genere. La band gestisce bene le parti veloci, supportate (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

AAVV – “Qua’ Rock Shots”

by on feb.28, 2015, under A, ALBUM

copquarockrs(Qua’ Rock Rec.) “Qua’ Rock Shots” è una raccolta che include diciassette tra musicisti, autori e band scelti dal maestro Gabriele Bellini e da Giacomo Salani, titolare de La Fucina Studio, ovvero il presidente e il vice della Qua’ Rock e dal cui (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

EUROPE – “War Of Kings”

by on feb.27, 2015, under ALBUM, E

copEurope(UDR) Decimo capitolo di una band immensa, poderosa, unica. Fedeli al se stessi, forse l’unica band che nonostante il successo planetario ottenuto a metà anni ’80, non si è mai venduta artisticamente in modo scontato, anzi, ha sempre cercato di seguire la sua personale direzione, non quella del marketing, una band che è stata capace di creare album (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

SAXON – “The Saxon Chronicles” reissue

by on feb.27, 2015, under ALBUM, S

copsaxon7(UDR) Nello squadrone di ristampe, live e nuovi prodotti lanciati dai Saxon in questi ultimi tre anni trova posto anche “The Saxon Chronicles”, opera apparsa originariamente nel 2003, e stavolta disponibile in un lussuoso package 2dvd + cd. Il primo dvd ripresenta il glorioso “Live at Wacken” del 2001 e una intervista con Byff, dello stesso periodo… (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

MADRE DE DIOS – “Madre de Dios”

by on feb.27, 2015, under ALBUM, M

copmadrededios(Autoproduzione/The Orchard) La semplicità è qualcosa che paga sempre, porta soddisfazioni e dà sicurezza. Stefano detto S.P. Jesus ha pensato cinque anni fa di fare girare la propria chitarra su cose meno ‘toste’ rispetto al death metal dei Natron: il rock ‘n’ roll è stata la soluzione. Infondervi cose stoner, hard rock, rock (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

NO ONE CARES – “Dirty”

by on feb.27, 2015, under ALBUM, N

copnoonecares(Qua’ Rock Records) I fanatici dei sound massicci, tonici e ipertensivi delle scuole crossover, nu metal e groove metal, non dovrebbero astenersi dal ricercare questo album d’esordio dei nostri connazionali No One Cares. Guardando le foto dei quattro si scorge (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

STORMWITCH – “Season of the Witch”

by on feb.27, 2015, under ALBUM, S

copstormwitch(Massacre) I comeback sono sempre pericolosi: i vecchi fan di solito li osannano senza riserve e senza nessuna considerazione per l’effettiva qualità del nuovo prodotto; talora la band che re-incide dopo 10, 20 o anche 30 anni è completamente diversa da quella degli anni ’80, e quindi la continuità è impossibile; e così via. (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

MOONSPELL – “Extinct”

by on feb.26, 2015, under ALBUM, M

copMoonspell(Napalm Records) Nel 2011 in molti si sono chiesti se con “Alpha Noir” i Moonspell avessero inaugurato un nuovo corso nella loro discografia. Ascoltando il nuovo “Extinct” non si può dare una risposta univoca. Che cosa si sono inventati i lusitani questa volta? (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

SKOGEN – “Vittra”

by on feb.26, 2015, under ALBUM, S

copSkogen(Nordvis Produktion) Gli svedesi Skogen hanno già quattro album alle spalle, compreso l’ultimo fenomenale “I Döden” uscito l’anno scorso (leggi recensione qui). “Vittra”, ovvero il debutto è uscito originariamente nel 2009 e viene ora riproposto dalla nuova label (quella che ha pubblicato “I (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

BLODHEMN – “H7”

by on feb.26, 2015, under ALBUM, B

copBlodhemn(Indie Recordings) Un black metal diretto, viscerale, troneggiato da un growl possente, essenziale, che a volte ricorda grandi nomi della scena norvegese, terra di origine di questa one man band che è stata recentemente in tour con … i Mayhem. Blodhemn è forse l’ideale congiunzione tra un riffing thrash ed un concetto black metal: dal primo attinge un riffing (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

STAINED BLOOD – “Hadal”

by on feb.26, 2015, under ALBUM, S

copstainedblood(Blood Fire Death) A distanza di due anni dal debutto “One Last Warning”, tornano sul mercato gli Spagnoli Stained Blood. La proposta musicale del combo Catalano è un death metal melodico, basato su ritmiche serrate, enfatizzate dal drumming aggressivo di Salva, in grado di alternare (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...

GRAVESTONE – “Symphony of Pain”

by on feb.25, 2015, under ALBUM, G

copGravestone(Sliptrick Records) Piccola perla del metallo tricolore, “Simphony of Pain” suonava fresco nell’Anno Domini 1992 come oggi. Non me ne vogliano i seguaci di Jon Nödtveidt, ma prendo a paragone il capolavoro “The Somberlain” per dare un’idea di ciò che abbiamo di fronte. Esagerato? Nemmeno per sogno. Il punto è sempre il solito: se i Gravestone fossero nati in America ora sarebbero di fianco (continua a leggere…)

Commenti disabilitati : more...