METALHEAD


RICHARD MORTON JACK – “Led Zeppelin dalla A alla Z – La Guida Definitiva ai Pionieri dell’Hard Rock” (Libro)

by on Ago.16, 2019, under METALSIDE

(Tsunami Edizioni) Delle grandi band della storia, sul mercato, ci sono antologie, biografie, estratti di interviste, racconti, descrizioni di album, analisi, altre recensioni ed altre interviste. C’è letteralmente di tutto. E di più.

Leggi, sfogli, assorbi, ti bevi la biografia di quella grande band o di quel famoso musicista: La lettura è divertente, emozionante… e tra quelle pagine vengono ovviamente citati -nel racconto- i vari album, i brani, i fatti, le vicende, gli aneddoti, i successi e le disgrazie… tutte cose che si disperdono nel contesto della narrazione e che una mente più scientifica fa fatica a catturare, schematizzare, catalogare.

Cosa successe il 5 luglio del 1971? Cos’è “Bron-Yr-Aur”? Cosa successe nell’estate del ’77 con i The Damned? E il 23 luglio dello stesso anno? Cosa è “Obelisk”? E se volessimo una sintesi delle biografie dei membri? Come si ispirò il famoso film sugli Spinal Tap ai Led Zeppelin? Cosa succedeva sullo “Starship”? E cosa capitò a Rodi?

Ecco, Richard Morton Jack -dopo uno studio approfondito- mette in piedi una vera bio-enciclopedia, un atlante mostruoso che racchiude alfabeticamente tutto quello che ha a che fare con la mitica band inglese.

Dettagli, aneddoti, cose strane… un ordine scientifico per descrivere e racchiudere in un solo libro la pazzia, la deviazione, la perversione e l’instabilità mentale e sociale di una band appartenente alla leggenda, ma che -come tante altre band- è passata dall’underground al successo planetario, con i guadagni che questo genera e la totale devastazione alla quale la band ha immolato buona parte del patrimonio.

Oltre al questo riassunto alfabetico delle vicende della band, il libro offre appendici succulente come una sintesi della cronologia dal 1968 fino alla morte di Peter Grant nel 1995. E poi tutti gli album, con tracce, date, etichette, posizioni in classifica ed estratti di recensioni. Lista dei singoli con relative date e posizioni. E, non dimentichiamo, l’elenco cronologico di tutti i concerti suonati, oltre che una fila di comunicati stampa d’epoca

“Led Zeppelin dalla A alla Z – La Guida Definitiva ai Pionieri dell’Hard Rock” è veramente il manuale utente definitivo, l’essenziale per collezionisti ed appassionati. La mappa più perfettamente tracciata che permette di orientarsi nella pazzia e nel genio di questo gruppo rock che rappresenta una pietra miliare nella storia del genere.

(Luca Zakk)

Attenzione / Warning

È vietato copiare, riprodurre, ripubblicare, pubblicare, visualizzare pubblicamente, codificare, tradurre, trasmettere o distribuire qualsiasi parte o contenuto di questo articolo senza previo consenso scritto da parte di METALHEAD.IT. È tuttavia liberamente consentito pubblicare un link diretto a questo articolo sui vostro canali e social network.

It's forbidden to copy, take screenshot, repost, publish, broadcast, show in public, encode, translate, transmit or distribute any section or content of this article without a written approval by METALHEAD.IT. It's allowed to post or publish a direct link to this article on your channels or social networks.

:

Comments are closed.