copBattlebeast2(Nuclear Blast) Per ben due volte, in occasione dei precedenti full-“length” (QUI e QUI), mi sono incontrato/scontrato con i Battle Beast: e ancora una volta finisco per cedere le armi di fronte alla corazzata finlandese, che con tanto mestiere, un buon gusto del songwriting, e una certa ironia, confeziona un altro disco che si fa godere anche nei suoi difetti. I nostri non fanno altro che frullare insieme i canovacci più scontati di certo heavy metal classico, aggiungendovi un po’ di power e un po’ di hard rock… ma alla fine il risultato, pur se farà inorridire i puristi, è inevitabilmente godibile (mi fa quasi male ammetterlo!). Convincente la opener “Lionheart”, con le sue ritmiche NWOBHM, le sue tastiere anni ’80 e il suo ritornello furbetto. Spedita anche la titletrack, irresistibile “Madness”, che sarebbe stato un ottimo singolo; “Sea of Dreams” è una gustosa ballad in crescendo, dove però (parlo da defender tradizionalista) mi convincono poco i suoni elettronici della batteria. Non poteva mancare in scaletta il brano in doppiacassa sparato a mille, che non a caso si intitola “Speed and Danger”; poi c’è questa sorta di scherzo che sta facendo discutere parecchio i Metalheads su youtube e sui forum, “Touch in the Night”. Per quanto il brano si chiami come una famosa hit degli anni ’80 (la suonavano i Silent Circle), non è una cover, anche se ricrea le atmosfere dell’originale… cioè dell’insopportabile pop elettronico che impazzava alla metà degli eighties! Passati questi terrificanti quattro minuti e trenta secondi, lo strumentale “Hero’s Quest” sembra venire dal repertorio degli Equilibrium; il tempo di copiare un celebre riff dei Saxon per “Far far away”, e la ballatona “Angel cry” chiude le danze e spegne le luci. Godetevi allora “Unholy Savior”, cari lettori lì fuori, fate headbanging e anche due risate con i gradevoli brani di questo disco: ma non associate troppo i Battle Beast all’heavy metal ‘tradizionale’, ho degli amici che vi farebbero fuori senza pensarci due volte…

(René Urkus) Voto: 7/10