(Pure Steel) Meritevole iniziativa della Pure Steel Records, che ha deciso di ristampare alcuni dei classici dei Chastain (qui l’ultima uscita, “We bleed Metal”): la serie si apre con “The 7th of Never”, terzo disco della band dell’Ohio, uscito originariamente nel 1987 e da molti ritenuto una delle punte della produzione di questi us metal heroes. La graffiante opener “We must carry on” sceglie sempre il passaggio ad effetto, la strada più sensazionale per le evoluzioni di chitarra e la voce di Leather Leone… ma dovete sopportare la batteria ‘fustinata’ che condizionerà tutto il disco. Us metal sferragliante per “It’s too late for Yesterday”, mentre “The Wicked are restless” arriva quasi al progressive. La titletrack è acida fino alla dissonanza, mentre “Feel his Magic” è un mid-tempo cupo e a tratti ossessivo. La conclusiva “Forevermore” può essere considerata la stentorea ballad del lotto; due le bonustracks, solo versioni strumentali di brani già in scaletta. Un pezzo di storia re-inserito sul mercato in 300 copie in vinile.

(René Urkus) Voto: 7,5/10