(Scarlet Records) Gradevole e vispo esempio di modern metal con elementi gothic e distese di elettronica, per Federica Lanna (Sleeping Romance) e Federico Mondelli (Frozen Crown). L’esempio più coinvolgente e riuscito è “The Killing Joke”, cioè quel genere di canzone per la quale vale la pena di comprare l’album! “The Killing Joke” così quanto le canzoni di “Crimson”, sono chitarroni, roba pesante ma posticcia, non roba maledettamente cattiva o suonata con chissà quale maestria. Sono riff che portano pesantezza, che danno l’elemento metal, tra le seducenti linee melodiche della Lanna, evitando così che tastiere, synth ed elettronica siano predominanti. Ma in questo sound l’elettronica gioca e bene un ruolo importante. La maestria dei Volturian è l’arrangiamento. L’album assume anche connotati pop, poggiati su concetti metal – in stile Lacuna Coil o Amaranthe per esempio, olre a sortite neo-power e riff alla Iron Maiden – e una synthwave futuristica. In questo gioco a scacchi nella composizione partecipa anche Giada “Jade” Etro dei Frozen Crown nel branp “In a Heartbeat”. Inoltre compare in bella mostra la cover della celeberrima “Fading Like a Flower” dei Roxette. Canzone perfetta per coronare, cingere l’essenza di “Crimson”. Album ruffiano, semplice, melodico, ‘metalloso’.

(Alberto Vitale) Voto: 7,5/10