METALHEAD


IMPAVIDA – “Antipode”

by on Set.10, 2019, under ALBUM, I

(Ván Records) Un ritorno sicuramente gradito dagli amanti del depressive atmospheric black metal, quello degli Impavida. La formazione tedesca mancava infatti da ben undici anni, subito dopo l’uscita del debut “Eerie Sceneries”. Dopo l’uscita del batterista Herbst, tutte le parti strumentali sono state affidate al poli strumentista E., aka God Killing Himself, il quale in passato si occupava anche delle parti vocali. Ora dietro al microfono troviamo He, Who Walketh The Void, dotato di uno screaming che richiama molto il primo Burzum, sicuramente tra le influenze più evidenti del duo tedesco insieme a Xasthur e Forgotten Woods. Quattro brani, due dei quali durano sedici minuti, mentre gli altri due hanno una durata più breve. Un totale di poco meno di quaranta minuti nei quali sono concentrate atmosfere gelide, malinconiche e mortifere, bilanciate perfettamente per quello che si candida ad essere uno dei migliori esempi del genere.

(Matteo Piotto) Voto: 8/10

Attenzione / Warning

È vietato copiare, riprodurre, ripubblicare, pubblicare, visualizzare pubblicamente, codificare, tradurre, trasmettere o distribuire qualsiasi parte o contenuto di questo articolo senza previo consenso scritto da parte di METALHEAD.IT. È tuttavia liberamente consentito pubblicare un link diretto a questo articolo sui vostro canali e social network.

It's forbidden to copy, take screenshot, repost, publish, broadcast, show in public, encode, translate, transmit or distribute any section or content of this article without a written approval by METALHEAD.IT. It's allowed to post or publish a direct link to this article on your channels or social networks.

:

Comments are closed.