METALHEAD


EMBRYO – “Embryo”

by on Feb.19, 2015, under ALBUM, E

copEmbryo(Logic(il)Logic) Giungono al terzo album gli Embryo, band Cremonese che con il precedente “No God Slave” ha dimostrato ottime doti tecnico/compositive, ricevendo ovunque ottimi responsi. In questo nuovo lavoro, il sound del combo Lombardo si fa ancor più ambizioso: la base resta sempre di matrice cyber thrash/death tipico di Fear Factory, Meshuggah e Strapping Young Lad, alla quale vengono aggiunti elementi melodici, talvolta non troppo lontani dal metalcore, senza comunque perdere un grammo di pesantezza sonora. L’album è immediato e complesso allo stesso tempo: se dapprima si può apprezzarne l’impatto dei riffs schiaccia sassi, proseguendo gli ascolti, ci si addentra in sonorità malate, in cui le tastiere acquisiscono un’importanza basilare, disegnando atmosfere fantascientifiche e claustrofobiche, alla Blade Runner, per intenderci. Ottima la scelta di mantenere la voce in growling, evitando le clean vocals che vanno di moda ultimamente, che spesso, a mio avviso svilscono l’impatto creato dalle chitarre. Tra i brani, spicca “Insane Lucidity” aperto da un’intro cinematografica, per sfociare poi in sonorità che mi ricordano un po quelle dei No Return ai tempi del loro capolavoro “Machinery”, con chitarre potentissime e ottimi assoli, il tutto sorretto dal fenomenale lavoro dietro le pelli di Francesco De Paoli, drummer dei Fleshgod Apocalypse, al quale sono state affidatre tutte le parti di batteria dell’album, nonostante nella line up sia indicato Enea Passarella. Altro brano particolare è la title track, che mescola death metal, beat techno e cori sinfonici. Perfetta la produuzione, ad opera di Simone Mularoni (DGM, Vision Divine), che ha saputo bilanciare ogni strumento con maestria, permettendo così la sovrapposizione di chitarre e tastiere, senza che le prime coprano le seconde o che queste smorzino l’impatto della sei corde. Spero davvero che questo sia l’album della svolta, e che gli Embryo possano finalmente raccogliere i frutti di quanto fatto da quindici anni sino ad ora.

(Matteo Piotto) Voto: 8/10

Attenzione / Warning

È vietato copiare, riprodurre, ripubblicare, pubblicare, visualizzare pubblicamente, codificare, tradurre, trasmettere o distribuire qualsiasi parte o contenuto di questo articolo senza previo consenso scritto da parte di METALHEAD.IT. È tuttavia liberamente consentito pubblicare un link diretto a questo articolo sui vostro canali e social network.

It's forbidden to copy, take screenshot, repost, publish, broadcast, show in public, encode, translate, transmit or distribute any section or content of this article without a written approval by METALHEAD.IT. It's allowed to post or publish a direct link to this article on your channels or social networks.

:

Comments are closed.