METALHEAD


NORDWITCH – “Mørk Profeti”

by on Ott.22, 2016, under ALBUM, N

copnordwitch(Satanath Records / Darzamadicus Records) Prendi in gestione un album. Ok, è una piacevole routine. Noti una label conosciuta, un’area geografica (Ucraina in questo caso) che sta mietendo letteralmente vittime per violenza ed estremità sonore… ed infatti stai per ascoltare un album dichiarato ‘blackened death metal’. Dai uno sguardo alle info, alla biografia, alla line up, alle foto. Noti una ragazza esageratamente stupenda… e vedi che è pure la lead vocalist. Premi quel tasto play… Questo non è possibile! È assurdo! Quella dea non può avere questa voce demoniaca!! Eppure con un ascolto attento ed approfondito, ci senti “un timbro femminile”, ma lo devi davvero ricercare nelle viscere di un growl infernale, tremendo, feroce e putrefatto… e durante la ricerca ti trovi circondato da un’ottima divisione sei corde, un riffing coinvolgente e poderoso ed un drumming che adora in maniera carnale il rito della doppia cassa tirata. Pestata e ricca di groove “Dominion”. Infernale “Walker From The Shade”, brano con diverse varianti, un drumming disumano ed una chitarra decisamente efficace ed atmosferica. “Lady Evil” regala spazio ad una chitarra superba, mentre la batteria devasta e quella ‘Lady’ si spinge sempre di più verso il concetto ‘Evil’. Il blackned dei Nordwitch celebra un death metal d’autore e d’annata con “The Call To An Ancient Evil“, mentre si toccano territori viking con l’ottima “To Nord Gods”. Tinte epiche annegate nella brutalità emergono su “No Regret” mentre la conclusiva “Messiah Of Death” è ricca di groove, offrendo anche spazio alla vocalist per sperimentare una più ambia gamma di varianti del growl. Un po’ Behemoth. Un po’ Amon Amarth. Un po’ Suffocation con goccie di Obituary. Un mix letale e per certi versi originale, sicuramente molto ben composto e suonato… considerando che la band esiste da solo un anno. Il titolo ‘Profeti oscuri’ si abbina … divinamente con quel moniker che inneggia ad una ‘strega del nord’. E Masha, la front-lady, è una vera dea, ma anche una strega malvagia, sanguinaria, demoniaca… una creatura delle tenebre che celebra con una voce poderosa tutto quello che riguarda satanismo, occulto e mitologia nordica!

(Luca Zakk) Voto: 8,5/10

Attenzione / Warning

È vietato copiare, riprodurre, ripubblicare, pubblicare, visualizzare pubblicamente, codificare, tradurre, trasmettere o distribuire qualsiasi parte o contenuto di questo articolo senza previo consenso scritto da parte di METALHEAD.IT. È tuttavia liberamente consentito pubblicare un link diretto a questo articolo sui vostro canali e social network.

It's forbidden to copy, take screenshot, repost, publish, broadcast, show in public, encode, translate, transmit or distribute any section or content of this article without a written approval by METALHEAD.IT. It's allowed to post or publish a direct link to this article on your channels or social networks.

:

Comments are closed.