METALHEAD

B

B.O.S.C.H. – “Apparat”

by on Giu.13, 2013, under ALBUM, B

copbosch(Dust On The Tracks) La neue deutsche in fin dei conti è un modo per identificare la provenienza geografica di certa musica, cioè la Germania. La neue propone un industrial-goth-metal che è appunto una fusione a più livelli di elettronica e metal, con tutte le sfumature possibili e, il più delle volte, con (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su B.O.S.C.H. – “Apparat” : more...

BAAL ZE UB – “…from the Cave of the Forgotten”

by on Ott.23, 2012, under ALBUM, B

(Autoproduzione) Sono fermamente convinto che il black metal e i suoi figli maggiori,cioè i suoi massimi esponenti, abbiano detto le cose importanti che c’erano da dire. Qualcuno ritiene anche che quelle cose siano state dette entro il finire del ‘900 e che il nuovo millennio abbia dato poco al genere. Questo è il motivo per il quale ritengo che lavori interessanti negli ultimi anni, molto spesso siano arrivate da band minori, underground, (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su BAAL ZE UB – “…from the Cave of the Forgotten” : more...

BAALBERITH – “Apparition Of Skulls”

by on Mar.18, 2015, under ALBUM, B

copBaalberith(SixSixSixMusic) Quarto album per gli Inglesi Baalberith, band inizialmente orientata verso un death/black metal, per poi orientarsi verso sonorità prettamente black oriented, con chiari riferimenti ad acts come Emperor, e primi Behemoth. L’opener “Quest For Satan” ha un andamento lineare, con ritmiche dalla velocità piuttosto elevata e un buon riffing, mentre la voce è maligna, uno screaming che sconfina (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su BAALBERITH – “Apparition Of Skulls” : more...

BABEL – “Del Giorno Dopo Ieri”

by on Apr.10, 2012, under ALBUM, B

(This Is Core Music) I Babel incidono questo album di debutto, precedentemente però la band ha avuto una notevole attività musicale. “Del Giorno Dopo Ieri” vanta una produzione stratosferica, montata attraverso suoni puliti, ma robusti, caldi e capaci di attraversare tutte le frequenze. Dunque il lavoro di Fabio Intraina (fonico di Verdena, Perturbazione, Fiub e The Fire) (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su BABEL – “Del Giorno Dopo Ieri” : more...

BACCHUS BARACUS – “Tales of Worries, Woes and Whatever”

by on Apr.23, 2013, under ALBUM, B

copbacchusb(Wasted State Records) Suoni corrotti, marci e sporchi. Questa band scozzese prende il suono e lo stringe in un pugno di ferro, lo frantuma, lo distrugge, lo scaraventa al suolo, lo calpesta, ci sputa sopra. Suonano così vintage, così volgari… così devastati. Il loro genere è assolutamente stoner, uno stoner strafatto, demolito, (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su BACCHUS BARACUS – “Tales of Worries, Woes and Whatever” : more...

BACH, SEBASTIAN – “Give ‘Em Hell”

by on Mag.03, 2014, under ALBUM, B

copBACHSEBASTIAN(Frontiers Records) Artista egocentrico, irriverente e dotato di un carisma immenso. Una delle ultime rockstars, per atteggiamento, comportamento, attitudine. Il packaging del CD parla chiaro: “Sebastian Bach non è supportato da nessuno. Per nessuna ragione. Ed è il mio fottuto album”. Ed anche: (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su BACH, SEBASTIAN – “Give ‘Em Hell” : more...

BACKWATER – “Take extreme Forms”

by on Gen.26, 2014, under ALBUM, B

copbackwater(Iron Shield Records) I tedeschi Backwater erano attivi a metà degli anni ’80: la loro burrascosa carriera li ha portati due volte a cambiare monicker e in parte stile, e oggi i nostri ritornano con il nome originale e un disco nuovo di zecca. Tuttavia, se cercate analogie con gli album di 30 anni fa, non potrete che restare delusi. “Arise” è un heavy/thrash rumoroso e potente, con (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su BACKWATER – “Take extreme Forms” : more...

BACKYARD BABIES – “Four By Four”

by on Dic.01, 2015, under ALBUM, B

copBackyardBabies(Gain Music) Dopo oltre cinque anni di silenzio, torna l’energia creativa di questi rockers svedesi, nati quando il rock morì alla fine degli anni ’80. Una band tosta, una band di amici che vede un line up immutata dalla prima (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su BACKYARD BABIES – “Four By Four” : more...

BAD BOY EDDY – “Over the Top”

by on Mar.25, 2013, under ALBUM, B

copbadboye(Demon Doll Records) Dio del rock prendi la mia anima impura e bruciala nelle fiamme dell’inferno. Però, cazzo, mentre lo fai spara dell’hard rock a volume apocalittico, un volume che svegli morti, uccida i vivi e faccia tremare l’oltretomba, il paradiso, il valhalla, l’olimpo ed ogni singolo night club (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su BAD BOY EDDY – “Over the Top” : more...

BAD POETRY BAND – “The One Way Romance”

by on Set.01, 2012, under ALBUM, B

(High Roller Records) Energia che si scatena dalla fredda Svezia. La nuova terra delle opportunità, dove moltissime bands sembrano trovare uno sbocco, per farsi conoscere, per farsi sentire. I Bad Poetry Band sono tra queste, suonano un rock di tipo (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su BAD POETRY BAND – “The One Way Romance” : more...

BADMOTORFINGER – “It’s Not the End”

by on Giu.02, 2013, under ALBUM, B

copbadmotorf(Logic(il)logic Records / Andromeda Dischi) L’apoteosi della purezza. La definizione dell’essenza, del nucleo, del centro di tutto. “It’s Not The End” è un album privo di qualsiasi deviazione, privo di qualsiasi influenza, distrazione, confusione, infezione. Una verginità musicale deflorata da puri istinti animaleschi, (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su BADMOTORFINGER – “It’s Not the End” : more...

BADMOTORFINGER – “Heroes” (EP)

by on Ott.04, 2016, under ALBUM, B

copbadmotorfinger(Logic(il)logic Records) Tornano i Badmotorfinger che già ascoltammo con il potente “It’s Not The End” del 2013 (recensione qui http://www.metalhead.it/?p=20551). Ed è proprio da quell’album che ha origine la pubblicazione dell’EP “Heroes”: infatti c’è stato un avvicendamento (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su BADMOTORFINGER – “Heroes” (EP) : more...

BAGHEERA – “Drift”

by on Ott.30, 2012, under ALBUM, B

(Hungry Ghosts Productions/Finisterian Dead End Records) Bravi Bagheera, davvero bravi! Voto alto e giudizio positivo perché il vostro connubio di thrash metal, hardcore, alternative e groove metal, grunge e tutto il resto è davvero coinvolgente. Vi mancano pezzi memorabili, quelli che ascolti e impari subito, ma se mettete insieme tutta quella roba lì non si potrà certo chiedervi di essere immediati come i Beatles. (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su BAGHEERA – “Drift” : more...

BALAM – “Balam”

by on Lug.02, 2013, under ALBUM, B

copbalam(Mordgrimm) Un EP di puro, purissimo doom, pieno di marciume, di decadenza, di lentezza ossessiva. Il debutto degli Americani Balam non lascia spazio a dubbi: pesantezza ai limiti della fisica, suoni putrefatti, riff ossessivi, ed un cantante estremamente valido, con una voce pulita molto bella, e decisamente performante. Il CD contiene solo tre pezzi, i quali riescono comunque a coprire mezz’ora di mortale ambientazione sonora. “The Followed” che per oltre metà dei suoi otto minuti è una marcia funebre lenta fino ai limiti della morte, si scatena con un’energia spiazzante, deviando su improvvisi (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su BALAM – “Balam” : more...

BALANCE INTERRUPTION – “Door 218”

by on Feb.15, 2017, under ALBUM, B

(Satanath Records) Si potrebbe incasellare questi ucraini nel genere black, ma sarebbe riduttivo. Basta sentire la traccia d’apertura per rendersi conto che qui si va più nel territorio del post-metal. Diciamo anzi che se la voce non usasse una (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su BALANCE INTERRUPTION – “Door 218” : more...

BALLARDINI, PAOLO – “Roots”

by on Lug.25, 2013, under ALBUM, B

cdpaolo10.indd(Autoproduzione) Come d’abitudine mi accingo ad ascoltare un album senza guardare nulla. A volte leggo solo il nome di chi suona, band o musicista che sia, e senza neppure leggere il titolo. Paolo Ballardini emana note cristalline e, soprattutto, pezzi strumentali di una fresca e graziosa musicalità. Chi è Paolo Ballardini? (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su BALLARDINI, PAOLO – “Roots” : more...

BALLO DELLE CASTAGNE – ” Surpassing All Other Kings”

by on Gen.16, 2013, under ALBUM, B

copballodellac(BloodRock Records/Black Widow Records) Si narra che Paolo VI fosse un lussurioso e che tra i suoi piaceri vi fosse il  “ballo delle castagne”, ovvero donne nude che a lume di candela ballavano e raccoglievano con la bocca castagne dal pavimento. Beh, forse questo genere di happening non è qualcosa confinato alla sola Italia dei potenti del 4-500. “Surpassing All Other Kings” è  il nuovo album che chiude la trilogia del Ballo delle Castagne, iniziata con il 10″ “108” e il secondo album “Kalachakra”. (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su BALLO DELLE CASTAGNE – ” Surpassing All Other Kings” : more...

BALROG – “Miserable Frame”

by on Lug.17, 2013, under ALBUM, B

copbalrog(My Graveyard/Masterpiece) Secondo disco per i varesini Balrog, che – sempre accasati presso la My Graveyard Productions – pubblicano il seguito del loro debut “A dark Passage”. Devo ammettere che il primo album non mi aveva colpito in modo particolare, ma questo “Miserable Frame” è una mazzata coi controfiocchi, una scarica (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su BALROG – “Miserable Frame” : more...

BALT HÜTTAR – “Tzimbar Tantze”

by on Set.20, 2014, under ALBUM, B

copbalthuttar(Autoproduzione) Prodotti da Massimiliano Forte dei power/progsters 4th Dimension, i Balt Hüttar esordiscono sul mercato discografico con questo gradevole demo di quattro tracce, il cui titolo significa “Danza Cimbra”. I nostri, infatti, si fanno fieri sostenitori delle tradizioni della propria terra, il Veneto o più precisamente (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su BALT HÜTTAR – “Tzimbar Tantze” : more...

BALTARO, PAOLO – “The Day After The Night Before – Original Soundtracks for Imaginary Movies”

by on Mar.25, 2017, under ALBUM, B

(Banksville Rec.) Realizzare un lavoro che tocchi più stili non è semplice, anzi nella più parte dei casi rischia di essere un’operazione controproducente. Il gioco sta nel riuscire a rendere tutti (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su BALTARO, PAOLO – “The Day After The Night Before – Original Soundtracks for Imaginary Movies” : more...

BAND OF SPICE – “Economic Dancers”

by on Set.07, 2015, under ALBUM, B

copBandOfSpice(Scarlet Records) Dalla Svezia torna Spice dei Spiritual Beggars (la band di Michael Amott) e dei thrashers Kayser, con il suo nuovo progetto. Torna con energia, potenza scatenata ed una performance vocale coinvolgente e travolgente. Torna con uno sfacciato hard rock che non (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su BAND OF SPICE – “Economic Dancers” : more...

BANDA DE LA MUERTE – “s/t”

by on Feb.04, 2012, under ALBUM, B

(Zenda)  I Banda De La Muerte sono argentini e questo album omonimo è stato inciso e pubblicato nel 2009. Attualmente la band ne sta registrando uno nuovo e sarà pronto per aprile 2012. Avere la possibilità di valutare questa uscita, ormai datata è solo un bene.  I Banda De La Muerte suonano uno stoner-sludge con divagazioni verso l’hardcore e il punk, ma soprattutto sono autori di un album con suoni trattati con purezza, (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su BANDA DE LA MUERTE – “s/t” : more...

BANDA DE LA MUERTE – “Pulso de una Mente Maldita”

by on Mar.29, 2012, under ALBUM, B

(Zonda Records) Granito, roccia pura. Colata di cemento. Ulteriore paratia di acciaio rinforzato. Antiproiettile. Assolutamente impenetrabile. Drumming possente, basso dinamico e chitarre monumentali. Voce graffiante, subdola. Questo è il sound di questi quattro di Buenos Aires, che cantano nel dialetto, anzi lingua locale, il Porteño. (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su BANDA DE LA MUERTE – “Pulso de una Mente Maldita” : more...

BANDEMONIC – “Chains”

by on Set.04, 2012, under ALBUM, B

(Autoproduzione) I giovanissimi greci BanDemonic danno alle stampre il loro primo ep di classico heavy metal ottantiano appena venato di thrash; il disco si compone di sei brani medio-lunghi composti forse con poca esperienza ma non per questo malriusciti. “The Seeker” è la classica cavalcata: probabilmente dei cori più incisivi avrebbero giovato alla strofa. (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su BANDEMONIC – “Chains” : more...

BANDEMONIC – “Fires of Redemption”

by on Feb.08, 2015, under ALBUM, B

copbandemonic2(Steel Gallery) La Grecia è ancora il santuario di certo heavy metal vintage, rimasto ai suoni e alle atmosfere degli eighties: che sia un bene o un male, signori, è così. I Bandemonic (QUI è recensito il loro ep “Chains”) tengono viva la sacra fiamma, e tanto mi basta: va pure segnalato che, rispetto al debut, (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su BANDEMONIC – “Fires of Redemption” : more...

BANE – “The Acausal Fire”

by on Dic.06, 2012, under ALBUM, B

(Abyss Records) Odio le intro negli album metal, sopratutto se superano i 40″ e i Bane ne fanno una marziale da 2’58”. Vorrei chiedere a questi black deather serbi che diavolo gli cambia avere una intro così lunga e che non ha nulla a che fare con il resto della musica. Mi si perdoni lo sfogo, lo so che è pratica adoperata da molti (i Cradle of Filth ad esempio) ma proprio ieri si parlava di questo in redazione. (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su BANE – “The Acausal Fire” : more...

BANISHER – “Scarcity”

by on Apr.25, 2015, under ALBUM, B

copbanisher(Unquiet Records) Già in giro per il primo album “Salughterhouse”, i polacchi Banisher si riaffacciano nella scena polacca, e magari in quella internazionale, con un nuovo album che vive su un estremismo ben calcolato. Un miscuglio di thrash e death, con (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su BANISHER – “Scarcity” : more...

BANQUET – “Jupiter Rose”

by on Giu.12, 2016, under ALBUM, B

copBANQUET(Heavy Psych Sounds Records) Full length di debutto per i Californiani Banquet, band dedita ad un heavy rock settantiano, dal sound ipnotico ed accattivante. Sono frequenti i richiami a bands (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su BANQUET – “Jupiter Rose” : more...

BAPHOMET’S BLOOD – “In Satan We Trust”

by on Apr.18, 2016, under ALBUM, B

copbaphometsbloodcover(Iron Bonehead) Quarto album per Baphomet’s Blood, che tornano sul mercato dopo ben sette anni di silenzio discografico. Un ritorno più che mai agguerrito, per quello che sicuramente è il miglior album della (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su BAPHOMET’S BLOOD – “In Satan We Trust” : more...

BARB WIRE DOLLS – “Desperate”

by on Lug.18, 2016, under ALBUM, B

copBarbWireDolls(Motörhead Music/UDR) Oltre a svariati album di grande musica, il mai troppo compianto leader dei Motörhead Lemmy Kilmister ci ha lasciato in eredità un’etichetta discografica, nella (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su BARB WIRE DOLLS – “Desperate” : more...

BARBARIAN SWORDS – “Worms”

by on Nov.09, 2016, under ALBUM, B

copbarbarianswords(Cimmerian Shade Rcordings/Satanath Records) E se esistesse un’etichetta che come unico scopo avesse il dare suono alle leggende di Conan il Barbaro? Beh, forse è il caso di smettere di cercare. La Cimmerian Shade Records non nasconde questo intento quanto mai da plausi. Si perché Conan il Barbaro e il mondo che gira con (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su BARBARIAN SWORDS – “Worms” : more...

BARBARIAN – “Cult Of The Empty Grave”

by on Mag.13, 2016, under ALBUM, B

copbarbarian(Hells Headbangers) Secondo lavoro per Barbarian, terzetto Toscano attino dal 2009; rispetto al precedente “Faith Extinguisher”, la band Fiorentina sterza leggermente verso (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su BARBARIAN – “Cult Of The Empty Grave” : more...

BARBARIAN – “Faith Extinguisher”

by on Apr.13, 2014, under ALBUM, B

copbarbarian2(Doomantia Records) L’omonimo lavoro dei Barbarian uscito pochi anni fa (QUI recensito), era un esempio di heavy-black metal della prima era. Cose tra Possessed, Sodom e via dicendo. Un album interessante ed anche con qualche buon ‘cavallo di battaglia’. I toscani Barbarian ritornano con una nuova missiva (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su BARBARIAN – “Faith Extinguisher” : more...