METALHEAD

D

.DAMAGED – “Road Trip”

by on Apr.20, 2012, under ALBUM, D

(Autoproduzione) Sapevate che Udo Dirkschneider ha un figlio e che anche lui è un musicista, per la precisione un drummer? Sven si presenta al debutto (prodotto da Stephen Kaufmann, fidato chitarrista del padre) con questo ep che, in modo intelligente, sceglie di non seguire le orme paterne almeno per quanto riguarda il genere. (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su .DAMAGED – “Road Trip” : more...

AL-NAMROOD / DARKESTRAH – “Tajer Al Punqia / Akyr Zaman” (Split)

by on Giu.26, 2016, under ALBUM, A, D

copalnamroodd(Shaytan Prod.) Degli Al-Namrood si è già scritto del loro album “Diaji Al Joor”, esempio di black metal condito dall’esotismo arabo. La band dell’Arabia Saudita divide ora uno split con i Darkestrah, band del Kirghizistan. Gli Als si impegnano (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su AL-NAMROOD / DARKESTRAH – “Tajer Al Punqia / Akyr Zaman” (Split) : more...

CADAVERIC FUMES / DEMONIC OATH – “Entwined In Sepulchral Darkness” (Split)

by on Giu.20, 2015, under ALBUM, C, D

12Jacket_3mm_spine_all_sides.indd(Iron Bonehead/Impious Desecration) Split bestiale, pestilenziale, oscuro e trasudante fluidi infetti e malvagi. Le due band brettoni sono puro cataclisma e in questo mini LP si contendono un lato ciascuna proponendo due pezzi esclusivi concepiti per torturare e trucidare. I due pezzi dei Cadaveric Fumes sono (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su CADAVERIC FUMES / DEMONIC OATH – “Entwined In Sepulchral Darkness” (Split) : more...

CLAUDIO DEORICIBUS with ANDREA BRAIDO – “Cuarenta”

by on Apr.24, 2013, under ALBUM, D

copdeoricibusb(Videoradio) L’arte non sempre è quantificabile in numeri e identificabile in parole. Voti e giudizi possono essere inadatti, soprattutto di fronte ad opere di una bellezza unica o tale che non si può far altro che ammirarla e tacere. Il chitarrista sardo di flamenco Claudio Deoricibus realizza un nuovo album, con la collaborazione (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su CLAUDIO DEORICIBUS with ANDREA BRAIDO – “Cuarenta” : more...

D’ACCORD – “D’accorD III”

by on Giu.18, 2014, under ALBUM, D

copdaccord(Karisma Records) I D’accorD sono una band progressive norvegese, giunta, come il titolo lascia intuire, al terzo album in studio e le sonorità dei musicisti nordici sono molto aderenti al vecchio prog rock, quello degli anni ’70. La somiglianza è tale soprattutto per le modalità del cantato, docile, per l’equilibrato (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su D’ACCORD – “D’accorD III” : more...

D-A-D – “DISN30LAND AF30R D30K”

by on Feb.04, 2014, under ALBUM, D

copDAD(AFM/Mermaid Records / SONY Music Entertainment) Ok, c’è molta passione in quanto sto per scrivere. Anzi, sto per recensire una cosa che ho comprato personalmente, in pre-ordine, autografata. “DISN30LAND AF30R D30K” è un’altra divertente idea del quartetto Danese per continuare quella eterna presa in giro, quell’infinito scherzo legato ad una questione legale che risale agli inizi del (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su D-A-D – “DISN30LAND AF30R D30K” : more...

D-A-D – “Dic.nii.lan.daft.erd.ark”

by on Mag.18, 2013, under ALBUM, D

copdad(AFM Records) Dinseyland After Dark. Forse l’unica band che è riuscita a farsi fare causa legale dalla Walt Disney Company. L’unica band che ha cambiato molte volte il nome per ragioni assurde: D.A.D, dopo la causa, D:A:D, perché gli andava. Ed infine D-A-D perché con i due punti il nome era incompatibile (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su D-A-D – “Dic.nii.lan.daft.erd.ark” : more...

D.HATE – “Game With Ghosts”

by on Lug.30, 2012, under ALBUM, D

(Metal Scrap Records) Energia, violenza e melodia. E’ questa la proposta dei D.HATE (abbreviazione di “District Hate”), quartetto Ukraino che propone un death metal ricchissimo di Groove e caratterizzato da molte idee orientate alla melodia. Questo debut album (che risale al 2011), arrivato dopo un non facile percorso di costituzione della band da parte del chitarrista Polyak Andrew è assolutamente piacevole. (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su D.HATE – “Game With Ghosts” : more...

D.HATE – “L.I.F.E.”

by on Lug.05, 2015, under ALBUM, D

copDHATE(Metal Scrap Records) A distanza di quattro anni tornano i deathsters ucraini D.HATE con un album poderoso, spietato, ricco di precisione ma anche di violenza. Ci lasciarono con il validissimo “Game with Ghosts” ed ora questo “L.I.F.E.” dimostra una importante crescita, una maturazione artistica sia compositiva che esecutiva. Il (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su D.HATE – “L.I.F.E.” : more...

D8 DIMENSION – “Octocrura”

by on Mar.14, 2013, under ALBUM, D

Web(Autoproduzione) Probabilmente “Octocrura” è stato una specie di work in progress per i D8 Dimension. La voglia di registrare un EP si è tradotta in una serie di composizioni, sette, che hanno portato a totalizzare oltre mezz’ora di musica. Più di tutto, per ammissione della band, il sound è passato nel giro di un anno dall’essere un metal moderno (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su D8 DIMENSION – “Octocrura” : more...

DAEMONIA – “Dawn of the Dead / Zombi”

by on Set.08, 2013, under ALBUM, D

copdaemonia(Black Widow Records) I Daemonia non fanno metal nel senso stretto del termine. Ma sono sempre stati vicini a questo mondo, un po’ per alcuni pezzi decisamente heavy, un po’ per essere un simbolo che si è sviluppato sulle colonne sonore dei mitici film di Dario Argento, solitamente pellicole che gli appassionati di musica dura sanno apprezzare, gustare, amare. Questa produzione è una specie di nuova release (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DAEMONIA – “Dawn of the Dead / Zombi” : more...

DAEMONICUS – “Deadwork”

by on Dic.09, 2012, under ALBUM, D

(Abyss Records) I Daemonicus sono svedesi e lo sono fin dentro le note che compongono questo secondo album. Sonorità tra i Grave e Dismemeber (come per “A Dead Work of Art”, “Blood Red November (MDXX)”, tra le più smaccate) disseminate nel percorso, ma esiste anche del death metal meno “nazionale” per la band in questo “Deadwork” (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DAEMONICUS – “Deadwork” : more...

DAGGER – “Mainline Riders”

by on Ago.27, 2013, under ALBUM, D

copdagger(High Roller Records) Composti da membri di Dismember, Carnage, Grave e Necronaut, i Dagger saggiano il mercato con un 7’’ di esordio, edito ovviamente dalla High Roller Records. Poco più di sei minuti di musica: il brano che dà il titolo al singolo è una cover degli a me sconosciuti Quartz, band seminale di NWOBHM recentemente riformatasi: il pezzo è piuttosto lento fino all’esplosione finale, bella la linea (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DAGGER – “Mainline Riders” : more...

DAHLQVIST, ROBERT – “Solo”

by on Ott.02, 2013, under ALBUM, D

Robert_LP-cover-OK_4(Despotz Records/ Cargo) Dahlqvist è un ex Hellacopters, chitarrista. Dopo dieci anni con gli Hella e quattro con Dundertåget e progetti vari ha pensato bene di dedicarsi a qualcosa di totalmente individuale, appunto un album solista. Robert ha aperto il suo cuore in soccorso alla sua inventiva ed ecco che “Solo” è un rock cantato in svedese, nel quale trovano spazio tante composizioni acustiche, a volte sul genere dello psych-folk, ma con melodie morbide e soavi, risvolti più o meno psichedelici e alcun pezzi (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DAHLQVIST, ROBERT – “Solo” : more...

DAKESIS – “The new Dawn”

by on Ott.26, 2016, under ALBUM, D

copdakesis(CapsAArx) Per il proprio secondo album, gli inglesi Dakesis decidono di fondare una etichetta autonoma e di diffondere così la propria musica in assoluta indipendenza. Non ho molte informazioni sul concept che sta alle spalle dei testi, (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DAKESIS – “The new Dawn” : more...

DAKHMA – “Astiwihad-Zohr”

by on Mar.27, 2016, under ALBUM, D

GDOB2-30CH-001.cdr(Iron Bonehead/Godz Ov War Productions) One man band svizzera recentissima, nata nel 2014 con un solo album all’attivo (nel 2015) e un solo obiettivo: devastare. Missione che viene esaltata con questo mini, questa mezz’ora di brutale violenza, assoluto assalto. (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DAKHMA – “Astiwihad-Zohr” : more...

DALIA NERA – “The Hedonist”

by on Nov.02, 2014, under ALBUM, D

copDALIANERA(Autoproduzione) Debutto discografico per i Siciliani Dalia Nera, band attiva dal 1999 e inizialmente dedita a sonorità post grunge e stoner. Con il passare del tempo, il gruppo sente la necessità di trovare uno stile più personale, sterzando verso uno stile più heavy, racchiudendo svariate influenze. Il passato grunge si fa sentire soprattutto in alcuni riffs oscuri e ipnotici, propri di acts come (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DALIA NERA – “The Hedonist” : more...

DALKHU – “Descend … Into Nothingness”

by on Nov.05, 2015, under ALBUM, D

copDALKHU(Iron Bonehead) Bene, ora posso dire che questa etichetta sta diventando quasi una garanzia. Oggi è il turno di una band slovena dedita ad un Black veloce ed epico (a questo punto mi verrebbe da dire che l’epicità è un (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DALKHU – “Descend … Into Nothingness” : more...

DALLA NEBBIA – “Felix Culpa”

by on Dic.15, 2015, under ALBUM, D

4_Panel(Razed Soul Productions) L’idea di base di questo combo multietnico è quella di fare un Black atmosferico ricco di influenze agresti e rimandi al mondo naturale. L’uso stabile di una violinista dovrebbe già dare una (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DALLA NEBBIA – “Felix Culpa” : more...

DAMMERUNG – “Dark Poetry”

by on Lug.11, 2012, under ALBUM, D

(Metal Scrap Records) Forme senza definizione che si nascondono nelle tenebre. Oscuri concetti che si delineano in un orizzonte indefinito, confuso, avvolto dalle fiamme. Gli architetti di questa geometria delle ombre sono tre, hanno un passato oscuro, confuso, violento. Provengono da Kherson, Ucraina, quasi sulle rive del Mar Nero. (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DAMMERUNG – “Dark Poetry” : more...

DAMNATION ANGELS – “Bringer of Light”

by on Apr.04, 2013, under ALBUM, D

copdamnationangels(Massacre/Audioglobe) Scopro gli inglesi Damnation Angels per puro caso, ma li includo immediatamente fra le band di cui seguirò le gesta! Fondati nel 2006, ma giunti solo oggi al debut sulla lunga distanza, propongono un power metal ai confini col gothic (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DAMNATION ANGELS – “Bringer of Light” : more...

DAMNATION ANGELS – “The valiant Fire”

by on Apr.11, 2015, under ALBUM, D

copdamnationangels2(Massacre Records) Dopo l’ottimo esordio “Bringer of Light” (recensito QUI), si riaffacciano sul mercato gli inglesi Damnation Angels: “The valiant Fire” ce li mostra esattamente dove li avevamo lasciati, il che è simbolo di coerenza ma anche, forse, di una certa staticità… (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DAMNATION ANGELS – “The valiant Fire” : more...

DAMNATION PLAN – “The Wakening”

by on Mar.18, 2013, under ALBUM, D

copdamnationplan(Croner Records) Dopo un EP autoprodotto nel 2007, da Kalle Niininen alla chitarra e Jarkko Lunnas alla batteria, i finlandesi Damnation Plan sono cresciuti, fino a trovare un’etichetta italiana per “The Wakening”, debut album realizzato tra la casa di Kalle Niininen, il D-Studio (la batteria) (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DAMNATION PLAN – “The Wakening” : more...

DAMNED PILOTS – “Spaced Out”

by on Mar.22, 2013, under ALBUM, D

copdamnedpilots(Radioactive Records) Il genere proposto dai Damned Pilots è decisamente strano. Non si può definire propriamente stoner, poiché i suoni comunque sono ben definiti e limpidi, non si può parlare di progressive, perché tecnicamente il songwriting è si originale ma non è tecnicamente troppo elevato, (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DAMNED PILOTS – “Spaced Out” : more...

DAN DEAGH WEALCAN – “Fragmented Consciousness”

by on Feb.18, 2016, under ALBUM, D

copdandw3(Another Side Rec.) Il duo russo-ucraino Dan Deagh Wealcan (già presentati Qui e QUI) si conferma una buona proposta di experimental-industrial metal. Storia nota quella del duo dell’Est: Mikhail A. Repp lavora intensamente per un anno e mezzo a del materiale registrato (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DAN DEAGH WEALCAN – “Fragmented Consciousness” : more...

DAN DEAGH WEALCAN – “Two Straight Horizontal Lines and the Organized Chaos in Between: Director’s Cut”

by on Mag.14, 2015, under ALBUM, D

copdandeaghw(Metal Scrap Rec.) Esordio maledettamente interessante questa pensata a due che prende il nome di Dan Deagh Wealcan. Il russo Mikhail A. Repp e l’ucraino Eugene Zoidze-Mischenko con “Two Straight Horizontal Lines and the Organized Chaos in Between: Director’s Cut”, si cimentano (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DAN DEAGH WEALCAN – “Two Straight Horizontal Lines and the Organized Chaos in Between: Director’s Cut” : more...

DAN DEAGH WEALCAN – “Who Cares What Music Is Playing In My Headphones?”

by on Ago.12, 2015, under ALBUM, D

copdandeaghw2(Total Metal Rec.) Ascoltato con interesse “Two Straight Horizontal Lines and the Organized Chaos in Between: Director’s Cut”, QUI, la possibilità di approcciarsi a questo nuovo album del duo russo-ucraino che risponde al nome di Dan Deagh Wealcan diventa automaticamente una felice aspettativa. (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DAN DEAGH WEALCAN – “Who Cares What Music Is Playing In My Headphones?” : more...

DANCE! NO THANKS – “Don’t Sweat It”

by on Mag.22, 2012, under ALBUM, D

(This Is Core Music) Nati da circa due anni e con l’indole di suonare insieme il punk e l’hardcore, il rock, il pop-rock e stili comunque teneri nei suoni e plasmabili da melodie. “Don’t Sweat It” dei Dance! No Thanks si apre con “Always” e il suo incipit malinconico, fatto di pianoforte e tastiera poi i toni diventano più energici e con una copiosa melodia a corredo. (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DANCE! NO THANKS – “Don’t Sweat It” : more...

DANCE! NO THANKS – “Something to Believe In”

by on Mag.07, 2013, under ALBUM, D

copdancenot(This Is Core Music) Uno dei più classici inizi che il rock possa proporre, ovvero qualche colpo della batteria e poi una chitarra che entra corposa, distorta, con un riff tossicchiante e di seguito tutto il resto. Trascina immediatamente “My Place”, apre l’album con immediatezza e fresco coinvolgimento. (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DANCE! NO THANKS – “Something to Believe In” : more...

DÄNG – “Tartarus: the darkest Realm”

by on Feb.06, 2014, under ALBUM, D

Dang(No Remorse Records) Non è stoner, non è doom, non è prog, non è heavy metal classico: è il sound sui generis dei Däng, che ci regalano con questo “Tartarus: the darkest Realm”, il loro debutto, un ottimo disco di metallo plumbeo e soffocante, incredibilmente capace di appagare il defender anni ’80 (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DÄNG – “Tartarus: the darkest Realm” : more...

DANGEREGO – “Autopsy”

by on Ott.11, 2013, under ALBUM, D

copdangerego(Atomic Stuff Records) Potenza sotto controllo. Gli italiani DangerEgo dominano, controllano, regolano una dose di potenza molto elevata, tipicamente associabile a bands che si dedicano allo stoner. Ma la loro iniezione di intelligenza è basata sostanzialmente sul togliere quella caratteristica esagerazione di suono grezzo, a favore di una impostazione tecnica, vagamente influenzata da componenti (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DANGEREGO – “Autopsy” : more...

DANIEL GAZZOLI PROJECT – “Night Hunter”

by on Dic.18, 2016, under ALBUM, D, G

copgazzoliprj(Street Symphonies Records) Un salto indietro nel tempo, quando la musica era bella, allegra, ma intensa, ricca, melodica, curata, potente… e sempre si elevava come barriera davanti a vite sconvolte, sregolate, assurde; era il mondo delle rock star, (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DANIEL GAZZOLI PROJECT – “Night Hunter” : more...

DANTE – “November Red”

by on Mar.05, 2013, under ALBUM, D

copdante(Massacre Records) Geniali. Semplicemente geniali. I tedeschi Dante riescono a proporre un prog molto ricco, estremamente atmosferico, diluito in pezzi imponenti (spesso sopra i dieci minuti di durata), ma comunque godibile, fruibile, piacevole, di sicuro impatto anche su un pubblico più vasto. (continua a leggere…)

Commenti disabilitati su DANTE – “November Red” : more...