(Divebomb Records) Dopo che la Pure Steel Records, negli anni passati, ha rimesso sul mercato “The Voice of the Cult” e “The 7th of Never”, ci pensa ora la Divebomb Records a far nuovamente circolare “For those who dare”, del 1990, ultimo album dei Chastain con la line-up classica. Forse non il migliore della band statunitense, esce in un momento cruciale per le sorti del metal, e in qualche punto forse strizza l’occhio alle tendenze del momento… Labirintico il riff della iniziale titletrack, con una Leather Leone aggressiva come non mai. La rabbia di “Night of Anger”, dall’inusuale testo politico, è palpabile nelle vibrazioni delle chitarre e nei ruggiti di Leather, mentre la cadenzata “Set Us Free” ha qualche momento di improvvisa, impazzita accelerazione. Double-phase “Light in the Dark”, che contiene forse gli assoli più melodici e la linea vocale più arcigna del disco; elementi thrash nella violenta “Barracuda”, oscura (per quanto un po’ ripetitiva) “Not Much Breathing”. La chiusa dell’album originale era affidata alla maligna “Once before”, un brano che talora sfiora quasi la cacofonia nella sua ombrosa irruenza. Delle due bonustracks, è interessante la versione demo della vibrante “I Cast No Shadows”. Nel complesso comunque un buon disco per i canoni di 30 anni fa.

(René Urkus) Voto: 7,5/10