METALHEAD


ANOMALIE – “Visions”

by on Lug.08, 2017, under ALBUM, A

(Art Of Propaganda) Per il loro terzo album, gli Anomalie hanno scelto una via secondo me più congeniale al loro suono, vale a dire hanno puntato un po’ di più sulla dicotomia tra black metal e post rock. Quindi, più che cercare di amalgamarli, in questo album hanno cercato di rendere discrasico il distacco tra i due generi. Ecco quindi che in “Visions” abbiamo canzoni molto orientare al rock moderno e altre che possono tranquillamente essere interpretate come esponenti di un black moderno ma furente e pieno d’ira. Per me la cosa funziona e forse dall’inizio della loro carriera posiamo parlare di maturità compositiva e di equilibrio sonoro. Ma in quest’album c’è forse di più di ciò che sembra, perché a ben vedere ci sono molte influenze nuove, come se già non fosse complicato il loro suono. Ecco quindi che elementi folk e tribali fanno capolino di tanto in tanto nelle nuove composizioni, rendendo il tutto più primordiale, complice un bel suono pastoso e ricco di sfumature. In definitiva, l’evoluzione degli Anomalie non lascia scampo al minimo dubbio: siamo di fronte a del materiale curato e ricercato, musica di classe che non può che farci sperare bene per il futuro del gruppo.

(Enrico Burzum Pauletto) Voto: 8,5/10

Attenzione / Warning

È vietato copiare, riprodurre, ripubblicare, pubblicare, visualizzare pubblicamente, codificare, tradurre, trasmettere o distribuire qualsiasi parte o contenuto di questo articolo senza previo consenso scritto da parte di METALHEAD.IT. È tuttavia liberamente consentito pubblicare un link diretto a questo articolo sui vostro canali e social network.

It's forbidden to copy, take screenshot, repost, publish, broadcast, show in public, encode, translate, transmit or distribute any section or content of this article without a written approval by METALHEAD.IT. It's allowed to post or publish a direct link to this article on your channels or social networks.

:

Comments are closed.