METALHEAD


DAMNATION’S HAMMER – “Unseen Planets, Deadly Spheres”

by on Feb.22, 2019, under ALBUM, D

(Massacre Records) Pur non proponendo nulla di assolutamente innovativo, i Damnation’s Hammer si sanno distinguere per una spiccata personalità, grazie all’abilità di mescolare svariate influenze e fonderle in un unico calderone, risultando a loro modo originali. Dentro “Unseen Planets, Deadly Spheres” troviamo infatti una gamma di sonorità che vanno dal doom al thrash, passando per il death e l’avantgarde. Potremmo in qualche modo paragonare i nostri ai Celtic Frost, ma con una produzione migliore ed un cantante dalle tonalità più epiche e profonde. L’opener “Temple Of The Descending Gods”è ipnotica, potente ed inquietante nel suo riffing schiaccia sassi. “Deathcraft” è più diretta e death oriented, con una parte centrale molto interessante.. “Hammers Of War” mette in mostra spunti melodici intervallati da legnate thrash. “Gates Of Necronomicon” e “The Eternal Harvest” sono tetre, oscure ed inquietanti. Un album aggressivo, oscuro ed atmosferico allo stesso tempo, che attinge dalla genialità dei Celtic Frost e la porta ad un livello superiore.

(Matteo Piotto) Voto: 8/10

Attenzione / Warning

È vietato copiare, riprodurre, ripubblicare, pubblicare, visualizzare pubblicamente, codificare, tradurre, trasmettere o distribuire qualsiasi parte o contenuto di questo articolo senza previo consenso scritto da parte di METALHEAD.IT. È tuttavia liberamente consentito pubblicare un link diretto a questo articolo sui vostro canali e social network.

It's forbidden to copy, take screenshot, repost, publish, broadcast, show in public, encode, translate, transmit or distribute any section or content of this article without a written approval by METALHEAD.IT. It's allowed to post or publish a direct link to this article on your channels or social networks.

:

Comments are closed.