METALHEAD


SILVER BULLET – “Mooncult”

by on Gen.13, 2020, under ALBUM, S

(Reaper Entertaiment) Dopo aver esordito con un disco interamente dedicato a tematiche horror (si tratta di “Screamworks”, del 2016), i power metallers finlandesi Silver Bullet passano alla stregoneria: e il loro “Mooncult” è appunto dedicato a vicende ambientate nella prima età moderna. La intro “1590 Edinburgh” crea la giusta atmosfera, sacrale e misteriosa, poi “She holds the greatest Promise” parte sparatissima con una doppia cassa ultrapower e cori molto pieni, creando un muro sonoro che ricorda gli Orden Ogan, ma ha un tocco melodico scandinavo in più, stile Celesty o Excalion. Strutture quadrate e vagamente folk per “Forever lost”, mentre è potentemente sinfonica “Light the Lanterns”. Cadenzata e dotata di grande epicità “The Chalice and the Blade”, mentre si sconfina nel gothic/symphonic boombastico stile Epica con “Burn the Witch”. In conclusione, ancora un ottimo brano, la tirata con refrain stellare che risponde al nome di “Battle of Shadows”, la quale manifesta addirittura qualche elemento alla ultimi Blind Guardian. “Mooncult” riesce ad essere roboante senza diventare pacchiano (ormai tutti, sulla scorta dei Sabaton, non riescono più ad evitare questo difetto…): un outsider da considerare.

(René Urkus) Voto: 7,5/10

Attenzione / Warning

È vietato copiare, riprodurre, ripubblicare, pubblicare, visualizzare pubblicamente, codificare, tradurre, trasmettere o distribuire qualsiasi parte o contenuto di questo articolo senza previo consenso scritto da parte di METALHEAD.IT. È tuttavia liberamente consentito pubblicare un link diretto a questo articolo sui vostro canali e social network.

It's forbidden to copy, take screenshot, repost, publish, broadcast, show in public, encode, translate, transmit or distribute any section or content of this article without a written approval by METALHEAD.IT. It's allowed to post or publish a direct link to this article on your channels or social networks.

:

Comments are closed.