METALHEAD


UNCOMMON EVOLUTION – “Algid”

by on Gen.15, 2020, under ALBUM, U

(Argonauta Records) Avete presente cosa accade ai gremlins se date loro da mangiare dopo mezzanotte? Ecco immaginate di dare un cosciotto di pollo al cantante dei Crash Test Dummies alle 00.02, scoprirete che si trasformerà nel cantante degli Uncommon Evolution. Questo gruppo, accolto a braccia aperte dalla Argonauta (visti i suoni), fonda la struttura delle proprie canzoni proprio sulla voce del rabbioso singer, una voce che sa essere ruvida e calda a seconda delle necessità, un’ugola che ammalia come la luce di un neon filtrata da un bicchiere di Jack in un lurido bar del Messico al margine del deserto. Il genere proposto è una sorta di stoner piuttosto altalenante ed irrequieto nei ritmi, accompagnato da una chitarra che sa strizzare l’occhio anche alla melodia. La parte ritmica, solida e rocciosa, è messa leggermente in secondo piano per il genere proposto, ma si parla di lievi variazioni sul tema post rock. Un disco solido, una manciata di tracce ben scritte ed eseguite, un ascolto consigliato anche al di fuori dei confini del metal.

(Enrico Burzum Pauletto) Voto: 8/10

Attenzione / Warning

È vietato copiare, riprodurre, ripubblicare, pubblicare, visualizzare pubblicamente, codificare, tradurre, trasmettere o distribuire qualsiasi parte o contenuto di questo articolo senza previo consenso scritto da parte di METALHEAD.IT. È tuttavia liberamente consentito pubblicare un link diretto a questo articolo sui vostro canali e social network.

It's forbidden to copy, take screenshot, repost, publish, broadcast, show in public, encode, translate, transmit or distribute any section or content of this article without a written approval by METALHEAD.IT. It's allowed to post or publish a direct link to this article on your channels or social networks.

:

Comments are closed.